Zibba all’Alcatraz, successo sotto la neve

Al via il nuovo tour di Zibba. Prima data ieri, 1 marzo, all’Alcatraz di Milano, un successo sotto la neve. Il nuovo album “Le cose” è un mix di sonorità black e funky.

Zibba all'Alcatraz, successo sotto la neve
Zibba durante il concerto all’Alcatraz di Milano

Si sentiva sulla pelle la paura e il timore che la maggior parte del pubblico fosse rimasta a casa, fermata dall’allerta neve più grande dell’anno. Inizia così il primo marzo di Zibba. Anche solo a nominare la data senti profumo di primavera, invece nevica e non poco. Da ligure la paura del “mugugno” è lecita: “Eh ma nevica”, “Eh ma se chiudono le autostrade come torniamo”, “Domani chiudono di nuovo le scuole, sei sicura che vogliamo partire?”.

Zibba all’Alcatraz di Milano non è cosa da poco considerando la storia di questo artista, che dopo anni di vicinanza al cantautorato folk, si è reinventato completamente in un album, “Le cose” (uscito lo scorso 2 febbraio), con sonorità moderne, tra il funky elettronico e le influenze della musica nera. Un disco sexy. In questa rinascita è stato affiancato da alcuni amici di sempre, come Stefano Riggi (sax e sintetizzatori), il Bale (batteria), il Principe, e new entry molto interessanti come Dario Ciffo (chitarrista ex Afterhours), Simone Rubinato (basso elettrico) e Simone Sproccati (giovane produttore).

Sono le 19.30. I cancelli si aprono e la tensione sale. Sul posto, già presenti in transenna, i ragazzi del Fan Club AnimeLibere, con striscioni e una navicella spaziale (per decollare, cit.). È arrivato il momento fatidico, le ore che determineranno se la neve avrà la meglio sulla prima data di questo tour. La sala si riempie. I segreti, band di stampo indiepop in apertura, accompagnano gli ultimi ingressi. Le persone sono arrivate, il peggio è passato, la neve non ha vinto la sua partita. La festa può iniziare.

Il concerto

Il concerto comincia con la prima traccia del disco, “Quello che si sente”, e si snocciola tra le nuove canzoni e le storiche, tatuate sulle braccia dei ragazzi del Fanclub. Man mano arrivano anche gli ospiti a calcare il palco con Zibba, Elodie canta “Quando stiamo bene” e “Amarsi basterà”, Ensi mette una strofa in “Quello che vuoi” e improvvisa in freestyle su “Margherita” (vestita da un nuovo arrangiamento), Diego Esposito si esibisce nel duetto di “Un altro modo” e nella sua “Le parole quando vanno da sé”, mentre David Blank ha cantato “Niente”.

Tra le esibizioni arriva il ringraziamento di Zibba al pubblico, presente nonostante la neve. Ormai la tensione si è distesa. È solo l’inizio de #LECOSETOUR, che porterá in giro per l’Italia il cantautore e la sua band. Chissà che questo nuovo progetto possa dare spazio a questo artista. Ancora non ci si spiega come mai non sia in rotazione nelle radio italiane.

Le prossime date del tour

17 MARZO 2018 | 22:00
20 MARZO 2018 | 21:00
21 MARZO 2018 | 21:30
23 MARZO 2018 | 22:00
7 APRILE 2018 | 21:30

Altre date verranno rilasciate prossimamente.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Andrea De Sotgiu
Andrea De Sotgiu
Laureato in Comunicazione, appassionato di musica e di tecnologia. Se qualcosa nasconde una dietrologia non si darà pace finché non avrà colmato la sua sete di curiosità, che sfogherà puntualmente all'interno dei suoi articoli.
Top