Virginio Fanclub news: puntata #6

Con questi ultimi ricordi si chiude il percorso che abbiamo compiuto in compagnia del Virginio Official Fanclub attraverso i momenti più belli che la musica ha regalato loro

Virginio Fanclub news: puntata #6
Virginio durante il live al Memo Club di Milano

Il Virginio Official Fanclub ha aperto per noi il suo prezioso “diario dei ricordi”, legato all’artista che più amano. Con queste ultime parole si chiude sulle nostre pagine un percorso fatto di musica, passione e ammirazione verso Virginio, di cui ringraziamo il Fanclub.

Virginio Fanclub News, così ci salutiamo

Potremmo raccontare ancora tanti momenti vissuti insieme a Virginio, in fondo in più di 10 anni di carriera i momenti carichi di emozione che questo artista ci ha regalato sono davvero tanti. E allora resta un po’ complicato sceglierne solo uno per questo ultimo appuntamento su Musica361. Abbiamo così pensato di ricordare due momenti per noi importanti. Il primo si riferisce al concerto che si è svolto nella splendida cornice del Borghese Palace Hotel nel cuore di Firenze nel 2017 e il secondo, invece, si riferisce al concerto che si è svolto al Memo Club di Milano il 28 novembre 2018.

Quello di Firenze è stato il primo concerto del 2017 che ha dato vita all’acoustic tour nelle principali città italiane (Roma, Napoli, Milano tra le più importanti) e che ha visto protagonista la voce di Virginio che ha cantato al pianoforte accompagnato da chitarra e violoncello. Quello di Milano, invece, il primo concerto dell’Elettro Acoustic Tour 2018/2019. Due concerti molto importanti per noi virginauti. Ritrovarsi tutti insieme per l’inizio di un nuovo tour è per noi sempre un momento di vera gioia.

Firenze, 2017

Firenze ha una magia particolare e sentir risuonare la voce di Virginio nel cuore di questa città, tra la Galleria degli Uffizi, il Duomo e Piazza della Signoria, è stato davvero molto emozionante. Ricordiamo l’aria gelida di quel giorno ma sapevamo che a breve Virginio avrebbe scaldato i nostri cuori con la sua musica. Si fa un giro nel centro di Firenze aspettando che arrivi sera. Ecco ci siamo… vogliamo arrivare in anticipo perché è fondamentale essere proprio avanti a tutti…

D’altra parte ci eravamo preparati, come Fanclub, a questo primo concerto del 2017 e avevamo un’aspettativa molto alta: dobbiamo riconoscere che Virginio non ci ha per niente deluso. Infatti, abbiamo potuto ampiamente apprezzare, durante tutto il live, le sue doti vocali e l’emozione che solo lui riesce a trasmetterci. E poi come dimenticare l’inizio del concerto sulle note de “Il cielo in una stanza” di Gino Paoli? Un’apertura inaspettata per noi. Che sorpresa… e che interpretazione! Non è facile dare nuova vita a una canzone che tanti artisti hanno cantato e che possiamo dire è conosciuta da tutti. Ma Virginio ancora una volta ci ha stupito rendendo “sua” questa canzone che non conosce tramonto. E poi che bell’atmosfera, intima, raccolta e quante nuove persone con le quali abbiamo potuto stringere nuove amicizie.

Elettro Acoustic Tour 2018/2019: ricordi di Milano

Il 28 Novembre 2018, invece, a Milano è stato “inaspettato”. Tutti i pezzi sono stati riarrangiati con un sound electro-acustico pazzesco. E poi, Virginio aveva una carica spaziale che ha trasmesso a tutti. La sala del Memo era piena, quanta gente venuta nella sua Milano, quanti colleghi, quante persone del mondo dello spettacolo. È stato davvero emozionante per noi ritrovarci in un’atmosfera come quella che si era creata al Memo Club. Ascoltare gli ultimi due singoli (“Semplifica” e “Rischiamo tutto”) dal vivo… bè… è davvero emozionante. E poi con Virginio non mancano mai le sorprese, e così improvvisamente ci regala anche l’interpretazione di “Weird”, scritta per Lorenzo Fragola. Mamma mia che carica di energia e che interpretazione. Siamo tutti lì a battere i piedi a tempo, a battere le mani e ad applaudire. E a fine concerto non ci stanchiamo di chiedere ancora un bis che a sorpresa (ancora una volta) Virginio ci regala accompagnato da Paola Iezzi sulle note di “Milleluci”.

Quante emozioni… D’altra parte un concerto non è solo ascoltare musica ma è tutto quello che vivi mentre sei lì; un concerto è tutto quello che l’artista riesce a donarti, a trasmetterti. Ed è anche questo quello che ci piace di Virginio. Questo suo donarsi, questo suo non risparmiarsi quando è sul palco. Perché la sua musica non è fine a sé stessa ma crea “autostrade” nei nostri cuori.

Ed ora, salutando i lettori, noi tutti ci diamo appuntamento al prossimo concerto, alle prossime emozioni!

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Francesca Binfaré
Francesca Binfaré
Giornalista, si occupa di musica, spettacolo e viaggi; parallelamente svolge attività di ufficio stampa. Autrice e conduttrice radiofonica dal 1989. Ha vissuto qualche tempo a Dublino, ma non ha mai suonato al campanello di Bono. Ha visto i "duri" Metallica bere un the e Slash senza l’immancabile cilindro. Affezionata frequentatrice del Festival di Sanremo e dei meandri del Teatro Ariston.
Top