Saul Hudson o “Semplicemente Slash”

Un libro per conoscere uno dei più influenti chitarristi rock contemporanei, dai Guns’N’Roses a oggi: Slash.

Saul Hudson o “Semplicemente Slash”
Saul Hudson in arte Slash

Lo scorso 23 luglio il chitarrista Saul Hudson ha spento 54 candeline. Il nome non vi dice nulla?
Stiamo parlando di Slash: 37 anni di carriera, un capitolo della storia del rock con i Guns’N’Roses e non solo.

Sapevate che tra le sue collaborazioni ci sono anche Vasco Rossi, Michael Jackson, Gli Chic, B.B.King e la cantante indonesiana Ella?

Solo alcuni dei nomi con i quali questo chitarrista dal sound inconfondibile ha duettato negli anni, costruendo una fama sempre con l’umiltà di chi ha sempre avuto presente la necessità di migliorarsi e allargare i propri orizzonti.

Amate il rock ma in fondo conoscete poco di questo iconico chitarrista? Oltre ad ascoltarvi allora i brani con i celebri assoli che lo hanno reso famoso, ecco uno dei libri più recenti capace di darne un quadro interessante: Semplicemente Slash (2016, Chinaski Edizioni), scritto da Massimiliano Mingoia e pubblicato in occasione della recente reunion dei Guns’N’Roses.

Saul Hudson o “Semplicemente Slash” 1

Dagli inizi ai primi trionfi con i Guns’N’Roses, i gustosi aneddoti relativi all’antagonismo con Axl Rose, spulciando tra rumours, sementite e conferme che hanno portato poi al ritorno sulle scene.

E naturalmente tutto quello che c’è stato dopo i Guns, dagli Slash’s Snakepit e Velvet Revolver, analizzando pure il rapporto con Scott Weiland e la proficua collaborazione con Myles Kennedy, oramai voce della band con cui negli ultimi anni il musicista calca palchi mondiali.

E poi le collaborazioni con colleghi che hanno partecipato ai suoi dischi, da Lemmie dei ‎Motörhead a Fergie.

Non solo luci ma anche ombre all’insegna di “sex drugs and rock’n’roll”. Momenti di gossip nei racconti dei suoi flirt e più seri resoconti dei suoi problemi di dipendenza anche se rimane centrale la rinascita di Slash dal 2006, a seguito della riabilitazione cui è seguita una conseguente rifioritura artistica.

Un libro piacevole da consultare, compresa l’ampia rassegna di apparizioni italiane, citazioni di articoli e recensioni di album e un’accurata discografia/videografia e bibliografia.

Luca Cecchelli
Luca Cecchelli
Giornalista, laureato in linguistica italiana e da sempre curioso indagatore dei diversi aspetti del mondo dello spettacolo. Conduttore radiofonico e collaboratore per diverse testate e rubriche di teatro e musica, svolge parallelamente l’attività di ufficio stampa e comunicazione. Spettatore critico e melomane, è assiduo frequentatore di platee e sale da concerto oltreché batterista per passione e scrittore. Quello che ama di più però è scovare nei libri o in originali incontri e testimonianze retroscena culturali della storia della musica e incredibili aneddoti rock, di cui in particolare è appassionato conoscitore.
Top