Qual è il ruolo dell’Editore Musicale?

Vademecum per artisti: prima puntata.

Ruoli e competenze dell'Editore Musicale

Che tu sia un musicista o un cantante, almeno una volta ti sarai chiesto chi sia l’Editore Musicale e quali siano i suoi compiti.

L’Editore musicale è un soggetto (generalmente, una Società) a cui gli Autori dell’elaborato musicale e del testo, cedono i diritti di utilizzazione economica di una propria opera musicale. I diritti, comprendono quelli di pubblicazione, riproduzione dell’Opera, di esecuzione, di elaborazione ecc.

Di regola, la cessione è per sempre, ma qualora tu abbia pattuito un accordo diverso con il tuo Editore è possibile che la cessione sia solo per un determinato periodo di tempo. Quindi, una volta ceduti i diritti di una o più Opere ad un Editore, questi non si potranno più cedere ad altri.

E’ una scelta importante che deve essere ponderata. Molto spesso, infatti, gli Artisti cedono i propri diritti senza conoscere effettivamente cosa stiano facendo e con quali modalità poiché, come spesso accade, il coltello dalla parte del manico è sempre nelle mani dell’Editore che in cambio di promesse “campate in aria”, diventa padrone di Opere su cui non ha speso neanche un centesimo.

Fate molta attenzione, perché una volta sottoscritto il contratto, l’Editore, per legge, è obbligato a corrispondere una serie di sfruttamenti concreti dell’Opera.
L’Editore, ad esempio, deve provvedere alla pubblicazione dell’Opera e alla stampa (se prevista dal contratto).

Quindi non lasciatevi ingannare. A seguito della cessione editoriale, all’Autore e all’Editore spetteranno i relativi compensi economici, ovvero percentuali sulle somme incassate dallo sfruttamento dell’Opera.

Se sei tutelato da Siae, all’Editore spetteranno dodici ventiquattresimi per i diritti di pubblica esecuzione, ovvero, nel caso di esibizioni live, ed il 50% per i diritti di riproduzione fonomeccanica, ovvero nel caso di incisione su cd.

Tuttavia, devi sapere che Siae non gestisce tutti i compensi delle possibili attività che l’Editore può compiere. Infatti, un vero Editore, ha interesse affinché l’Opera venga promossa il più possibile, sia tra il pubblico che tra gli addetti ai lavori, poiché in questo modo le occasioni redditizie a seguito di sfruttamento dell’Opera aumentano: quindi, maggiori guadagni.

Qui però, è necessario che sia l’Artista o meglio il suo manager a tenere la situazione sotto controllo, in quanto tutto ciò viene gestito direttamente dall’Editore che, alla luce del contratto firmato, corrisponderà una percentuale all’Autore, che in genere è il 50% (se un Editore chiede di corrispondere una percentuale minore, assicurati che ne valga la pena e che non sia una fregatura) .

Se invece sei tutelato da Soundreef il sistema è grossomodo lo stesso. Ti accorgerai però, che nella compilazione della modulistica online, le quote sono calcolate in percentuale e all’Editore spetterà o il 100% o il 50% dei diritti sull’Opera oggetto di tutela, sulla base dell’accordo contrattuale intercorso tra quest’ultimo e l’Autore.

a cura di Giuseppe Della Mura

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Redazione
Redazione
La Redazione di Musica361 è composta da giornalisti, scrittori, copywriter ed esperti di comunicazione tutti con il comune denominatore della professionalità, dell'entusiasmo e della passione per la musica.
Top