La tradizione pasticcera di Giovanni Cova & C. celebra l’Archivio Storico Ricordi

Un Natale che promuove le eccellenze di Milano con l’iniziativa di Giovanni Cova & C., icona della tradizione nella pasticceria, e dell’Archivio Storico Ricordi, raccolta musicale tra le più importanti al mondo e scrigno di cimeli che promuove la memoria di compositori come Verdi e Puccini

Pasticceria Giovanni Cova e Archivio Storico Ricordi Dolci natalizi a tema musica, ci sono? Sì, e per gli appassionati delle sette note sono una vera delizia. Aggiungiamoci la gioia per il palato, e l’iniziativa di Giovanni Cova & C., tra uova, farina e spartiti storici a noi di Musica361 piace tantissimo.

Natale si avvicina a grandi passi e la pasticceria Giovanni Cova & C. (la cui tradizione pasticcera è stata premiata al Superior Taste Award con le Tre Stelle d’oro) propone il suo panettone, dolce simbolo di Milano, unendolo alla grande cultura musicale contenuta nell’Archivio Storico Ricordi, collezione privata dell’editore musicale Ricordi ospitata dalla Biblioteca Nazionale Braidense di Milano.

L’idea del progetto “Linea Ricordi” – che per la verità non comprende solo il panettone classico ma anche in diversi altri gusti – è nata da una citazione di Giuseppe Verdi che in una lettera al suo editore Tito Ricordi celebra la bontà del panetun de Milan ricevuto in omaggio: “Come al solito era buonissimo e bellissimo”, scrive Verdi.

Il progetto “Linea Ricordi”, golosissimo, unisce quindi due eccellenze di Milano: lo scopo è portare l’attenzione su un importante tratto di storia musicale e artistica nazionale. Dall’idea di unire pasticceria e musica è nata una collezione di esclusivi prodotti dolciari per il Natale 2017, interamente dedicata alle raccolte dell’Archivio e rivestita con le immagini iconiche dei più grandi maestri della musica operistica e dell’illustrazione italiana.

Pasticceria Giovanni Cova e Archivio Storico Ricordi
La presentazione della “Linea Ricordi” alla Biblioteca Braidense di Milano.

I dolci sono rivestiti e decorati con le riproduzioni delle opere dei grandi Maestri del Melodramma, la massima espressione dell’Opera, recuperate dai documenti e dalle testimonianze che l’Archivio Storico Ricordi conserva e che promuove con mostre, pubblicazioni e convegni per tramandare la memoria di compositori come Giuseppe Verdi e Giacomo Puccini, e di illustratori come Marcello Dudovich e Leopoldo Metlicovitz tra gli altri.

Bellissimi da vedere, i dolci della collezione “Linea Ricordi” regalano il “sapore” della cultura, del bello e delle eccellenze milanesi, celebrando personaggi che hanno reso grande l’Italia nel mondo. Ad esempio, il Pandoro (come poteva mancare?) e il Panettone Classico Giovanni Cova & C. saranno vestiti con le immagini storiche della “Turandot” di Puccini, mentre le altre specialità riprodurranno le partiture autografe di Paganini del 1817, la copertina del libretto della prima assoluta della “Madama Butterfly” di Giacomo Puccini, le illustrazioni di Marcello Dudovich e la copertina della storica rivista musicale Ars et Labor” del 1907.

Si tratta di un’iniziativa bellissima, sotto tutti i punti di vista, ma anche di realizzazione complessa: è un progetto a termine (arriverà fino a Pasqua 2018), chissà se verrà riproposta in futuro con altri soggetti.

Print Friendly, PDF & Email
Francesca Binfaré
Francesca Binfaré
Giornalista, si occupa di musica, spettacolo e viaggi; parallelamente svolge attività di ufficio stampa. Autrice e conduttrice radiofonica dal 1989. Ha vissuto qualche tempo a Dublino, ma non ha mai suonato al campanello di Bono. Ha visto i "duri" Metallica bere un the e Slash senza l’immancabile cilindro. Affezionata frequentatrice del Festival di Sanremo e dei meandri del Teatro Ariston.
Top