Matteo Markus Bok: “La musica è la mia più grande compagnia”

L’incontro con il giovane artista italo-tedesco classe 2003, in uscita con il suo album d’esordio intitolato “Cruisin”

Matteo Markus Bok: "La musica è la mia più grande compagnia"
Spazio Emergenti: Matteo Markus Bok si racconta ai lettori di Musica361, approfondiamo la sua conoscenza

Poliglotta e molto più maturo rispetto ai ragazzi della sua età, Matteo Markus Bok è una giovane promessa della scena pop internazionale, non solo di quella italiana. Frequenta il secondo anno di liceo all’American School di Milano e ha appena pubblicato Cruisin, il suo primo disco contenente otto brani inediti cantati in inglese e spagnolo.

Che ruolo ha la musica nella tua vita?
Mi mette in salvo da un mondo che, a volte, non è così felice. La solitudine mi piace ma non sopporto il silenzio, la musica rappresenta la mia più grande compagnia, sia nei momenti belli che in quelli più tristi. Piano piano è diventata il mio modo di esprimermi, il mezzo migliore per tirar fuori le mie emozioni.

Questo spirito lo avverti anche nei tuoi coetanei?
Sinceramente no, per questo mi ritengo molto fortunato. Avverto tanta sconforto nei loro occhi, trascorrono la stragrande maggioranza del tempo fissando lo schermo di uno smartphone o di un pc, senza godersi appieno le giornate.

Matteo Markus Bok: "La musica è la mia più grande compagnia" 2
“Cruisin”, il primo album di Matteo Markus Bok

E tu che rapporto hai con la tecnologia e i social?
Tutta questa virtualità un po’ la detesto, pur riconoscendo il grande valore comunicativo e, nel mio caso, promozionale. Per quanto mi riguarda non posso non tenerli aggiornati costantemente, sono diventati un mezzo, ma se avessi la possibilità di togliere la connessione internet al mondo intero per una settimana lo farei subito.

Hai altre passioni in particolare?
Prima di iniziare a cantare pensavo di avere una particolare predisposizione per lo sport. Ho praticato qualsiasi disciplina, dall’equitazione agonistica, dove ero campione regionale, al calcio come portiere in Serie A dei pulcini del Milan. Poi il tennis, lo snowbord, il surf, davvero di tutto. Tuttora l’esercizio fisico ha per me ha una componente fondamentale, ma lo vivo come puro divertimento.

Dove desideri arrivare con la tua musica?
Ad aiutare la gente a superare momenti difficili, conosco tante persone che non riescono a trovare una ragione per essere felici. La mia ambizione più grande è che la mia musica possa essere la loro uscita di sicurezza da ogni forma di tristezza.

Nico Donvito
Nico Donvito
Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.
Top