Jalisse: “Dobbiamo ringraziare Carlo Conti”

Il nuovo brand: il “Jalisso” si diverte dopo Fiumi di parole

Resilienza: è un concetto che ben si addice a Fabio Ricci e Alessandra Drusian meglio noti con il nome di Jalisse; nulla è mai stato loro regalato, hanno sempre dovuto riorganizzarsi, inventarsi e scovare le opportunità che la vita offre senza mai rinunciare a sè stessi. Ho voluto incontrare Fabio detto il “Jalisso” per una chiacchierata amichevole, per sondare le emozioni che sta vivendo.

Il nuovo brand dei Jalisse: “dobbiamo ringraziare Carlo Conti”. 2
Alessandra Drusian e Fabio Ricci i “Jalisse”

I Jalisse sono diventati “la Jalissa” e “il Jalisso”, come ti trovi a vestire i panni del Jalisso?
Grazie a Carlo Conti stiamo lanciando un nuovo brand, oltre a Fiumi di parole (ride, n.d.r.).
Il nuovo slogan è: “sono il Jalisso/la Jalissa”. Sinceramente nulla cambia, ma tutto si trasforma.
Devo dire che è divertente. Mentre Alessandra partecipa a Tale e Quale Show, io mi diverto oltre che a comporre nuovi brani, ad occuparmi della produzione e del management.

Raccontami la tua giornata tipo quando non hai impegni di lavoro che ti portano fuori casa.
Se non ho impegni preferisco stare a casa, tenuto conto che siamo sempre in giro. Il lavoro che facciamo è talmente appassionante che si trasforma anche in tempo libero; nel senso che sono sempre alla ricerca di spunti, idee e stimoli per scrivere e per creare.

Hai due figlie Angelica e Aurora rispettivamente di 18 e 11 anni, come padre cosa ti auguri per il loro  futuro?
Di essere se stesse, di cercare i loro sogni e di inseguirli con passione e professionalità, perchè solo con amore si ottengono grandi risultati. La serenità dell’anima è una coperta di vetro, calda ma delicata e bisogna sempre mantenerla con cura per difenderla dal freddo e dalla grandine.

Il nuovo brand dei Jalisse: “dobbiamo ringraziare Carlo Conti”. 3
Fabio Ricci il “Jalisso”

Hai la possibilità di portare in vacanza tutta la famiglia quale meta sceglieresti?
Mare e montagna: sicuramente in Italia. Per la montagna un luogo tra le colline Umbre o le montagne Trentine; per il mare uno dei luoghi incantevoli del Sud Italia. Ricordo una bellissima vacanza in Sardegna.

Come stai vivendo questa nuova avventura di Alessandra?
Sono più emozionato ed eccitato di lei… forse. Ale è concentrata ma anche divertita, mentre io sono al settimo cielo perchè finalmente gli addetti ai lavori del mondo dello spettacolo stanno riconoscendo una grande Artista. Un’artista che ha saputo lavorare sodo nel rinnovamento, nell’attesa, nella resilienza artistica e soprattutto umana.
Credo che Alessandra possa essere d’esempio per i giovani artisti alla ricerca di spazi: è fondamentale non mollare mai, continuare a prepararsi, cercare di fare il proprio meglio senza sentirsi mai paghi.
Lei ha dimostrato come sia importante essere saldi e forti nelle scelte e nelle decisioni, sapendosi sempre mettere alla prova con umiltà e coraggio e Tale e Quale Show ne è l’esempio.
In questi 21 anni noi abbiamo continuato a lavorare, a credere in noi; la nostra arma? Il nostro amore.
Abbiamo risposto con sorrisi alla cattiveria altrui, al vento anche quando soffiava contrario: noi siamo così. In questo modo abbiamo coltivato il nostro sogno che è diventato realtà ed Alessandra ne è la prova.

Come la stanno vivendo Angelica e Aurora?
Entusiaste di vedere la mamma così raggiante e finalmente al posto che merita. Ci stanno aiutando anche se sostengono con sacrificio la distanza di Alessandra da casa, ma anche loro devono proseguire il loro percorso scolastico e di vita quotidiana.

Il nuovo brand dei Jalisse: “dobbiamo ringraziare Carlo Conti”. 5
Tale e Quale Show, Alessandra Drusian la “Jalissa”

Hai la possibilità di esprimere tre desideri, quali?
Avere sempre la mia famiglia felice, il secondo desiderio lo lascio a te che scrivi ed il terzo a te che leggi. Se nella vita non offri non potrai mai essere felice.

Siete stati etichettati come resilienti, come vedi il tuo/vostro futuro?
Appunto, come dicevo, sono passati 21 anni da quel Festival di Sanremo, la strada è ancora lunga da percorrere. Siamo fortunati perchè abbiamo vicino a noi le “Jalisse Tribù” fenomenali, gruppi di fan che ci seguono città per città dandoci il loro affetto quotidianamente. Sono queste le cose di cui fare tesoro e godere adesso, ORA, come dice il nostro singolo; per far sì che ogni goccia d’acqua sia preziosa, devi curare il seme ogni giorno.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Juditta D’Arienzo
Juditta D’Arienzo
Nata in Venezuela, conserva con orgoglio lo spirito sudamericano del “piacere del vivere”, si è perfezionata al fianco del Maestro Mike Bongiorno. Oggi, forte della sua sensibilità si dedica alla scrittura e nello specifico si avvicina “con tatto” agli artisti per far emergere il loro aspetto più umano, fuori dalle scene, a riflettori spenti.
Top