Hooverphonic, romantici o no? La risposta in “Looking for stars”

Ricordate “Mad about you”? Ecco, quel successo serve a inquadrare immediatamente gli Hooverphonic, anche se il trio di oggi è diverso da quello di allora. A cominciare da una certa Luka…

Gli Hooverphonic sono romantici o no? La risposta in "Looking for stars"
Hooverphonic. Foto: © Carl Rottiers

Era il 2000 e il gruppo belga degli Hooverphonic stazionava stabilmente nei nostri ascolti con la hit “Mad about you”. Il loro album più recente (il decimo, appena pubblicato) è “Looking for stars” e a cantare i brani scritti da Alex Callier e Raymond Geerts c’è Luka Cruysberghs: ha 17 anni ed è la vincitrice dell’ultima edizione di The Voice in Belgio. Alex era il suo caposquadra-giudice.

“Romantic” è stato il singolo scelto per lanciare il nuovo lavoro degli Hooverphonic, “Ma diciamo che non si può sempre essere romantici. La canzone in realtà parla della società in cui viviamo, in cui devi essere romantico e perfetto, e ogni giorno deve essere fantastico. Ma non è così, non siamo sempre romantici, non è possibile esserlo”. Tanto che in “Paranoid affair” cantano “love is ovverrated”, l’amore è sopravvalutato. “Se ti guardi attorno l’amore è tutto. Invece no, è importante ma non è tutto: in questo senso è sopravvalutato. Però attenzione, i nostri testi sono anche ironici, non bisogna prenderli troppo sul serio”.

Gli Hooverphonic sono romantici o no? La risposta in "Looking for stars" 1
La copertina di “Looking for stars”

Hooverphonic: la voce di Luka

E com’è per Luka, che ha solo 17 e appartiene a una generazione diversa da quella di Alex e Raymond, cantare questi brani? “Per me questa è un’esperienza speciale, cerco di ritrovare nella mia vita quello che canto nelle canzoni”. Precisa Alex che “Scrivo canzoni per altri da una vita, i testi devono essere universali per poter essere interpretati per tutti. Non dipende se sei uomo e donna, e non c’entra nemmeno l’età. Che tu dica “non sono romantico” a 17 o 45 anni è realistico e accettabile, anche se il senso sarà diverso. Con Luka, nello specifico, ci unisce la musica: l’età è solo un numero”.

Gli Hooverphonic nel loro prossimo tour faranno tappa in Italia, il 22 marzo al Vox Club di Nonantola (Modena) e il 23 marzo alla Latteria Molloy di Brescia. “Proporremo i nostri classici e cose nuove”, spiegano, “Cercando di rendere più attuali le canzoni meno recenti, trattandole con rispetto”. Sul palco quindi aspettiamoci eclettismo, trip hop, elettronica, e quelle “Note inaspettate che per noi sono così interessanti”.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Francesca Binfaré
Francesca Binfaré
Giornalista, si occupa di musica, spettacolo e viaggi; parallelamente svolge attività di ufficio stampa. Autrice e conduttrice radiofonica dal 1989. Ha vissuto qualche tempo a Dublino, ma non ha mai suonato al campanello di Bono. Ha visto i "duri" Metallica bere un the e Slash senza l’immancabile cilindro. Affezionata frequentatrice del Festival di Sanremo e dei meandri del Teatro Ariston.
Top