Emma Muscat: “Amo il Natale e cerco di rendere felici le altre persone”

A tu per tu con la giovane cantautrice maltese, in uscita con “Moments Christmas Edition”, un gradito dono per le feste natalizie

Emma Muscat
Spazio Emergenti: Emma Muscat si racconta ai lettori di Musica361, approfondiamo la sua conoscenza

Preferisce fare regali e non riceverli, con questo spirito si presenta Emma Muscat, giovane artista classe ’99 che abbiamo conosciuto nel corso dell’ultima edizione del talent “Amici” di Maria De Filippi. Si intitola Moments Christmas Edition il suo nuovo progetto discografico, contenente i brani del suo primo EP con l’aggiunta di sette cover prese in prestito dal magico repertorio natalizio.

Cosa rappresenta per te il Natale?
Natale per me vuol dire famiglia, è il momento dove in assoluto ti lasci andare e cominci ad apprezzare tutto ciò che hai intorno.

Così hai deciso di realizzare “Moments Christmas Edition”…
Esatto, volevo condividere con tutti l’amore che provo per questa ricorrenza, cercare di rendere felici le persone cantando i brani che ascolto solitamente durante le feste.

Hai una canzone natalizia del cuore?
Si, “White Christmas” è in assoluto la mia preferita, perché a Malta non nevica mai ed io ho sempre sognato di trascorrere un “Bianco Natale” (sorride, ndr). Per questo motivo ho deciso di inciderla in entrambe le lingue, cercando di donarle una mia personale interpretazione.

C’è un ricordo particolare della tua infanzia legato al Natale?
Fortunatamente tanti bei ricordi. Da bambina andavo sempre con mio fratello a suonare per un evento benefico che si chiama “Dr Klown”, cantavano per le strade, sentivamo molto questa festività. Ricordo che andavamo a vedere il presepe vivente, preparavamo dolci natalizi e, ovviamente, addobbavamo l’albero.

Emma Muscat 1Hai definito questo disco un regalo per tutti i tuoi fan, che rapporto hai con loro?
Un rapporto molto bello. Sai, io non sono tanto social, ma ci provo. I miei fan lo capiscono, perché ci sono giorni dove sono più presente e altri meno, ma cerco sempre di rispondere a tutti i loro messaggi, che sono tantissimi. Mi piace sentirli vicino, perché per me rappresentano tutto e sono un grande sostegno.

Il tuo personale bilancio di questo 2018 e i buoni propositi per il 2019?
Molto positivo, cerco sempre di essere felice e di dare il massimo in tutto ciò che faccio, altrimenti non ha senso fare qualcosa se non ti fa sentire bene. Vorrei continuare a fare musica per sempre, scrivere canzoni e cercare di rendere felici gli altri, mi piacerebbe continuare a studiare pianoforte e canto, perché è importante e non si smette mai di imparare. Attualmente sto realizzando nuove canzoni, componendo per la prima volta anche in italiano, non vedo l’ora di farle ascoltare presto.

Qual è il regalo più bello che ti piacerebbe ricevere sotto l’albero?
Questa è la domanda più difficile, perché non mi piace ricevere regali, preferisco farli, mi trovo sempre a disagio quando devo scartare un pacchettino, mi sento in imbarazzo. Quindi, sotto l’albero… conservo i regali che faccio alle persone a cui voglio bene (ride, ndr).

Nico Donvito
Nico Donvito
Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.
Top