Inizia Sanremo 2018, prima conferenza stampa

Alle porte la sessantottesima edizione del Festival. La conferenza stampa avvenuta alle 12.30 all’Ariston ha dato il via, definitivamente, alla kermesse.

Conferenza Stampa Sanremo 2018 - Sala stampa Lucio Dalla

Nonostante le premesse tempestose, splende il sole su Sanremo e come previsto arriva anche la prima conferenza stampa del Festival. Ad aprire il Sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri, con un invito a visitare la città e non soffermarsi solo all’Ariston o al Casinò. Si accenna poi ad un Festival diverso, nuovo, sia dal punto di vista dei contenuti, sia per quanto riguarda le immagini, con nuove tecnologie che permetteranno un cambiamento nella comunicazione visiva.

Baglioni, Hunziker e Favino

A confermare il tutto il direttore artistico Claudio Baglioni: “Ho ripreso il sottotitolo del Festival dedicandolo completamente alla canzone italiana. Spazio alla musica e alle parole, nulla esulerà da questo, non ci saranno astronauti o sportivi come ospiti. Inoltre, una delle linee guida è stata quella di trovare, insieme ad altri interpreti, il modo di ricordare la bellezza che hanno lasciato gli artisti italiani con le proprie opere. Per questo motivo ci saranno diversi tributi, inizieremo insieme a Morandi ricordando Luis Bacalov, con il Volo la dedica ad Endrigo, Bindi e De Andrè con Gino Paoli. Verranno anche ricordati Tenco, Battisti, Dalla e Gaber.”

Parola poi a Michelle Hunziker, che torna al Festival dopo 11 anni: “Il palco è magico, quando arrivi senti subito addosso un senso di responsabilità. Quest’anno sono più tranquilla perché abbiamo provato tanto, durante le prove abbiamo collezionato tante riprese e gaffe divertenti che faranno parte della storia della televisione”. Infine Pierfrancesco Favino, che rompe il ghiaccio scherzando sulla nostalgia che avrà a fine Festival dopo tutti i comfort ricevuti: “Mi fa male la schiena e subito massaggiatori che arrivano. So già che lunedì mi mancherà. È tutto nuovo per me, mi sto divertendo molto con Claudio, Michelle e con i tecnici, che fanno un lavoro importante ed è giusto sottolinearlo. Stare su un palco fa parte della mia vita, sono contento di affrontare questa sfida.”

Il DopoFestival

Arrivano alle domande dei giornalisti anche Edoardo Leo, Rocco Tanica, Rolando Rovello, Carolina De Domenico, Sabrina Impacciatore: “Sarà come stare a casa a commentare. Avremo le caratteristiche di irriverenza, di gioco. Torniamo al Casinò (come nel 1968), un vero e proprio teatro, dove sappiamo di trovarci a nostro agio.” Una particolarità, gli artisti potranno votarsi a vicenda, in palio ci sarà il “Baglioni d’oro”.

Gli ospiti

Tra gli ospiti citati Rosario Fiorello, Laura Pausini (che al momento ha una laringite in atto), Fiorella Mannoia, Biagio Antonacci, Negramaro, Gianna Nannini, il trio Pezzali-Nek-Renga, Sting insieme a Shaggy, James Taylor che duetterà con Giorgia. Importante partecipazione di Pippo Baudo. Da cinema e televisione Stefania Sandrelli, Valeria Solarino, Carolina Crescentini, Stefano Accorsi, insieme a molti altri attori. A Milva il premio alla carriera.

#iosonoqui

Importante l’iniziativa Io sono qui lanciata dal Sindaco di Sanremo, un messaggio forte contro la violenza sulle donne. Come simbolo è stato scelto un fiore, metafora della grazia femminile. La prima indossatrice della spilla è stata Michelle Hunziker, che ha invitato tutti a divulgare lo slogan (e l’hashtag).

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Andrea De Sotgiu
Andrea De Sotgiu
Laureato in Comunicazione, appassionato di musica e di tecnologia. Se qualcosa nasconde una dietrologia non si darà pace finché non avrà colmato la sua sete di curiosità, che sfogherà puntualmente all'interno dei suoi articoli.
Top