Ariana Grande, “God is a woman” accende i riflettori sull’album “Sweetener”

Ariana Grande, "God is a woman" accende i riflettori sull'album "Sweetener"

C’era una volta Cat Valentine, il ruolo che da bambina l’ha portata al successo con le sitcom “Victorious” e “Sam & Cat”. Ariana Grande ha superato da tempo, nonostante abbia solo 25 anni, quel periodo. Oltre che attrice, oggi è soprattutto una cantante di fama internazionale. Di più, è stata inserita da Time nella lista delle 100 personalità più influenti al mondo.

Forte dei suoi tre album, tutti certificati disco di platino, e dei 18 miliardi di ascolti in streaming delle sue canzoni (una cifra impressionante, che fanno di lei una delle artiste più seguite al mondo), Ariana Grande è senza dubbio una delle artiste che dominano la scena musicale internazionale.

Il suo ultimo lavoro è il singolo “God is a woman”, Dio è una donna, che introduce al suo prossimo album che sarà pubblicato il 17 agosto e che si intitolerà “Sweetener”. Prima Ariana Grande aveva pubblicato il singolo “No tears left to cry” e la traccia in anteprima “The light is coming” con il featuring di Nicki Minaj e la produzione di Pharrell Williams.

Come c’era da aspettarsi, il video di “God is a woman” ha collezionato visualizzazioni come ciliegie: una tira l’altra, nell’arco di pochi giorni dalla pubblicazione. E parliamo di milioni di visualizzazioni, tanto da entrare in maniera stabile nella top ten delle tendenze di YouTube. Reginetta del pop, come altro potremmo definire Ariana Grande dopo questi numeri? Adesso, la prova di “Sweetener” l’attende: il suo disco è indiscutibilmente molto atteso dal pubblico, e profuma di successo annunciato.

Una gran mano allo slancio del disco lo sta dando il video di “God is a woman”, ricco di simbologie e riferimenti artistici, religiosi, letterari e cinematografici, tutti rigorosamente declinati al femminile. Avete riconosciuto tutti i riferimenti proposti? Sicuramente abbiamo individuato quelli italiani, il Pantheon di Roma, la rappresentazione de “La Creazione di Adamo” della Cappella Sistina di Michelangelo, e Ariana Grande in versione Lupa Capitolina.

Ospite speciale del video, la regina del pop diventata icona grazie a una carriera strepitosa: Madonna, che doppia Ariana in un monologo tratto dal film cult “Pulp Fiction” di Quentin Tarantino, a sua volta citazione di un passo biblico. In più, Ariana indossa in una scena il famoso corpetto anni ’90 di Madonna, quello del Blonde Ambition Tour. C’è tanto di cui parlare su “God is a woman”, altrettanto ci sarà da dire su “Sweetener”.

Ariana Grande: guarda il video di “God is a woman”

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Francesca Binfaré
Francesca Binfaré
Giornalista, si occupa di musica, spettacolo e viaggi; parallelamente svolge attività di ufficio stampa. Autrice e conduttrice radiofonica dal 1989. Ha vissuto qualche tempo a Dublino, ma non ha mai suonato al campanello di Bono. Ha visto i "duri" Metallica bere un the e Slash senza l’immancabile cilindro. Affezionata frequentatrice del Festival di Sanremo e dei meandri del Teatro Ariston.
Top