Fabrizio Nitti ricorda Emanuela Loi

La musica per ricordare la strage di Borsellino e della sua scorta

La musica per ricordare la strage di Borsellino
Fabrizio Nitti – Album

Un grande successo è stato registrato dall’Album “Una ragione per essere qui” di Fabrizio Nitti, cantautore genovese di ventennale esperienza, classe 1971.

Di grande interesse, all’interno dell’album, il singolo: “Emanuela” dedicato a Emanuela Loi, giovanissima, di soli 24 anni, nata in Sardegna;  la prima donna a far parte di una scorta e anche prima donna della Polizia di Stato a cadere in servizio; era agente di scorta al giudice Paolo Borsellino, morta nel tragico attentato di via D’Amelio il 19 luglio del 1992, a Palermo, assieme ad altri quattro agenti (Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina); l’unico sopravvissuto è stato Antonio Vullo.

Emanuela è stata scritta due giorni dopo il tragico attentato ed è rimasta chiusa nel cassetto in attesa di  poter contribuire ad onorare la memoria di tutte le vittime delle stragi di mafia. Parlando del tema da una prospettiva diversa, partendo da una storia di una persona comune, che diventa eroe con la passione, il sacrificio e la determinazione che la contraddistingueva nel suo lavoro.

Fabrizio Nitti ricorda Emanuela Loi 1
Fabrizio Nitti

Nell’album di Nitti non mancano due speciali rivisitazioni “E penso a te” , in cui Fabrizio è accompagnato dallo storico chitarrista di Lucio Battisti, Massimo Luca e “Vedrai Vedrai”, un prezioso omaggio a Luigi Tenco.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Redazione
Redazione
La Redazione di Musica361 è composta da giornalisti, scrittori, copywriter ed esperti di comunicazione tutti con il comune denominatore della professionalità, dell'entusiasmo e della passione per la musica.
Top