Master di I Livello in Musica per videogiochi

Se le vostre passioni più grandi sono la musica e i videogiochi, allora questo è l’articolo che fa per voi.

Master di I Livello in Musica per videogiochiD’ora in poi, nessuno più vi potrà dire «Stai sempre attaccato al joystick e non studi mai» perché l’Accademia Italiana Videogiochi e il Conservatorio di Santa Cecilia hanno istituito un nuovo corso di studi che mette insieme questi due campi: stiamo parlando del Master di I Livello in Musica per videogiochi.

Ma di che cosa si tratta nello specifico? ll Master, che dura solamente un anno, mette a punto un percorso ad hoc per chi nella vita desidera scrivere musica per videogiochi.

Gli sbocchi professionali previsti sono molti e variegati: si parte da figure che possono lavorare nell’industria del videogioco o in start up innovative, fino ad arrivare a programmatori sonori, compositori, orchestratori, arrangiatori, music editor e sound designer.

Il piano di studi, formato da 364 ore di frequenza, si divide essenzialmente in due parti. La prima prevede attività formative di base, come quelle dello studio e della composizione della musica; la seconda, invece, attività più specifiche, come il campionamento sonoro, la programmazione midi e l’orchestra virtuale. Nel corso delle lezioni ci saranno anche incontri importanti con realtà produttive nel territorio e con aziende leader del settore, sia nazionali sia mondiali.

Per la prova finale gli studenti devono essere in grado di comporre una colonna sonora con la C maiuscola, per dimostrare al meglio ciò che hanno appreso durante l’anno. Inoltre, tutti i partecipanti hanno la possibilità di realizzare delle composizioni, che poi sono anche registrate da un’orchestra professionale.

«Siamo molto soddisfatti di questa nuova collaborazione che dimostra la qualità della nostra offerta didattica, l’expertise che siamo capaci di garantire e, soprattutto, le opportunità formative e gli sbocchi lavorativi che il mondo dei videogiochi può offrire. Nell’ambito del Master AIV si occuperà dell’insegnamento delle materie affini e integrative relative la programmazione e il game building, attraverso lo studio di Unity e dei linguaggi C# e Javascript» ha dichiarato Luca De Dominicis, Fondatore e Direttore dell’Accademia Italiana Videogiochi.

Per poter partecipare al Master, che è riconosciuto ufficialmente dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, oltre al diploma di Conservatorio o alla laurea triennale, occorre superare la prova di ammissione che consiste in un elaborato scritto e in colloquio motivazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Camilla Dalloco
Camilla Dalloco

Laureata in Lettere all’Università degli Studi di Milano, scrivo per passione e leggo per diletto, fin da piccola. Curiosa, eterna sognatrice ed amante dei viaggi: vorrei fare della mia più grande passione un vero e proprio lavoro perché “il mestiere del giornalista è difficile, carico di responsabilità, con orari lunghi, anche notturni e festivi, ma è sempre meglio che lavorare”.

Top