Sanremo 2018: Leonardo Monteiro e la sua settimana… Bianca

A pochi giorni dal grande debutto sanremese

Leonardo Monteiro è uno degli artisti che parteciperanno alla prossima edizione di Sanremo Giovani con la canzone “Bianca”. In attesa di vederlo sul palco dell’Ariston leggete cosa ci ha raccontato.

Leonardo Monteiro partecipa al Festival di Sanremo
Leonardo Monteiro – Sanremo Giovani 2018

Sanremo per te è un arrivo o una partenza?
Mi auguro sia una grande partenza; sicuramente una grande soddisfazione personale anche dopo tante delusioni.

A Sanremo ha più valore la canzone o il contesto mediatico/televisivo?
Entrambe le cose hanno grande rilevanza, però sono convinto che dato che si parla del Festival della musica italiana sia molto più importante la canzone, quello che racconta e com’è strutturata.

Chi è la persona che ti è stata più vicino in questa avventura?
Sicuramente la mia famiglia; in qualche modo mi è stata sempre molto vicino.

Chi ti ha supportato e sopportato?
La mia manager Dariana Koumanova , mi ha supportato e sopportato, una grandissima musicista che dirigerà l’orchestra durante la mia esibizione; abbiamo avuto modo di legare in maniera talmente tanto forte che sembra che ci conosciamo da vite passate.

Cosa terresti di questa manifestazione e cosa cambieresti?
Non cambierei niente; sono felicissimo che alla direzione artistica ci sia Claudio Baglioni, un grandissimo cantante e musicista. Quest’anno non ci saranno nemmeno le eliminazioni quindi terrei tutto esattamente così.

Sanremo fa ancora rima con cuore/amore oppure c’è aria di cambiamento?
Negli anni precedenti c’è stata un’evoluzione del Festival; un’apertura verso altre situazioni e altre  tematiche; però per, comunque, il Festival di Sanremo rimarrà sempre “cuore e amore” e il mio è un brano che parla di amore quindi non potrei che viverla così.

Perché oggi ha ancora un grande valore puntare su Sanremo per te?
Nel mio caso personale è un’ottima vetrina; quello dell’Ariston è un palco molto importante. Da lì sono passati tantissimi artisti che fanno parte della storia della musica italiana; per me è solo un onore far parte di una manifestazione così importante.

Che ruolo ha avuto Claudio Baglioni in questo periodo di preparazione?
Non ho avuto modo di vederlo molto perché sicuramente ha avuto moltissime cose da organizzare, però è stato molto presente, ospitale e gentile; ha dato consigli a tutti i ragazzi prima di fare il provino. L’impressione che ho avuto è stata estremamente positiva. È una persona molto umana, un idolo che fin da ragazzo ho sempre seguito e incontrarlo mi ha fatto un certo effetto.

Articolo a cura di Roberto Zampaglione

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Redazione
Redazione
La Redazione di Musica361 è composta da giornalisti, scrittori, copywriter ed esperti di comunicazione tutti con il comune denominatore della professionalità, dell'entusiasmo e della passione per la musica.
Top