Gi Urban Strangers sono tornati

La vera identità dopo XFactor: pronti per il Tour

Gi Urban Strangers sono tornati
MILAN, ITALY – DECEMBER 10: Urban Strangers perform live during the final of ‘X Factor’ on December 10, 2015 in Milan, Italy. (Photo by Stefania D’Alessandro/Getty Images)

In una realtà musicale e televisiva come quella odierna, fatta di mode passeggere e trend del momento, non è facile rimanere musicalmente genuini.
La dura legge del mercato, delle views e dei followers impone di seguire una certa convenzionalità melodica e di sound tali da standardizzare le produzioni della sfera musicale contemporanea; il tutto richiamando così il grande pubblico verso nuovi generi capaci di dare all’artista di turno quella tanto ambita visibilità.

Riflesso naturale di questo nuovo modo di pensare alla musica da parte delle produzioni e delle case discografiche sono i talent capaci di innalzare a star del momento giovani artisti ambiziosi che, grazie all’apporto mediatico, vengono proiettati in una cornice di visibilità fuori dal comune facendosi conoscere dal grande pubblico per una determinata caratteristica o peculiarità musicale.

Riflettori che per tutta la durata del talent rimangono inchiodati all’artista di turno, ma una volta terminata l’edizione la magia e le luci si spengono.

Cosa rimane di questa visibilità?

Gi Urban Strangers sono tornati 1
MILAN, ITALY – DECEMBER 10: Urban Strangers perform live during the final of ‘X Factor’ on December 10, 2015 in Milan, Italy. (Photo by Stefania D’Alessandro/Getty Images)

Noi di Musica361 abbiamo avuto modo di incontrare un duo che ha vissuto in primis la realtà mediatica dei talent ed è riuscito a ritagliarsi un posto di tutto rispetto nella scena musicale odierna andando un po’ contro-corrente, rafforzando la propria idea di fare musica senza incorrere in facili compromessi discografici capaci di proiettarli subito ad un livello di visibilità maggiore.

Stiamo parlando degli Urban Strangers che abbiamo avuto modo di conoscere ad Xfactor, talent che li ha visti arrivare secondi capitanati dal giudice Fedez.
Un percorso quello all’interno del talent che non ha condizionato il loro modo di fare musica ma che sicuramente li ha maturati e resi più consapevoli delle loro possibilità.
A distanza di due anni dal loro primo album in studio, Detachment, è uscito il loro secondo album U.S che è disponibile negli store digitali e non dal 7 settembre.

Se con Detachment eravamo di fronte ad una produzione ancora molto grezza dal punto di vista dell’innovazione musicale e del tratto distintivo che ci aveva fatto così tanto appassionare alle auditions di Xfactor (ovvero quella formula così semplice ed estremamente potente quale chitarra e due voci), con U.S raggiungiamo una maturità artistica notevole.

La grande scelta…

Gi Urban Strangers sono tornati 2
MILAN, ITALY – NOVEMBER 19: Urban Strangers perform at ‘X Factor’ Tv Show on November 19, 2015 in Milan, Italy. (Photo by Stefania D’Alessandro/Getty Images)

Innanzitutto la scelta drastica di usare come lingua l’italiano, cosa che potrebbe far storcere il naso a chi li aveva apprezzati in inglese ma che invece li porta ad un gradino più alto e sicuramente unico nel panorama musicale italiano. Una scelta che non pregiudica la qualità dei contenuti testuali che invece vengono rafforzati e resi più veri e diretti.

Gennaro Raia e Alessio Iodice firmano così un album dai tratti sicuramente più interessanti dove a farla da padrona è la scelta acustica di numerosi brani che, accompagnati da una equilibrata componente elettronica e da un gioco di voci mai banale ed eccessivo, portano l’ascoltatore ad entrare nel vero mondo degli Urban Strangers;  un mondo un po’ malinconico ed evanescente che però è capace di racchiudere una sensibilità artistica oggi come oggi molto rara a trovarsi.

Presentato nuovamente alla stampa e ad un gruppo cospicuo di fan a Milano nella suggestiva cornice del Sampling Mood Records l’album ha riscontrato una critica sicuramente positiva e sorprendente; ma come avranno vissuto i diretti interessati questo cambiamento a livello musicale e quali saranno state le loro difficoltà, se ce ne sono state, nell’incidere un album come U.S così diverso rispetto a ciò a cui eravamo stati abituati finora?

L’anteprima…

Gi Urban Strangers sono tornati 3
MILAN, ITALY – DECEMBER 10: Urban Strangers perform live during the final of ‘X Factor’ on December 10, 2015 in Milan, Italy. (Photo by Stefania D’Alessandro/Getty Images)

Dopo la presentazione e l’anteprima del tour siamo stati alla data del 15/11 all’Arizona 2000 nel cuore di Milano.
Il duo di Somma Vesuviana ha dato una ulteriore prova della loro tenacia e del loro sapersi identificare consapevolmente in un genere quantomai unico in Italia.

Un concerto che ha reso evidente la maturazione artistica e professionale del gruppo; da un modo di fare musica caro alle major discografiche che spesso hanno snaturato artisti rendendoli conformi alle logiche del mercato ad una necessaria volontà di non sottostare a questo tipo di compromesso ma rimanere il più veri e genuini possibili. È proprio per questo che con l’album U.S possiamo finalmente dire che gli Urban Strangers sono tornati.

Il punto di partenza…

Ovviamente il percorso di risalita è lungo ma ci sono i presupposti affinché si possano raggiungere i risultati sperati, da un tecnicismo vocale non indifferente all’unicità dei timbri vocali dei due componenti, dalla presenza scenica al sound contemporaneo. Non ci resta che vivere con mano questa costante crescita, seguendoli nel loro tour e in attesa della produzione del loro prossimo album.

Noi di Musica361 ci siamo fermati a chiaccherare con loro il giorno dell’anteprima del tour: ecco cosa ci hanno raccontato.

Guarda la videointervista

Articolo a cura di Victor Venturelli

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Redazione
Redazione
La Redazione di Musica361 è composta da giornalisti, scrittori, copywriter ed esperti di comunicazione tutti con il comune denominatore della professionalità, dell'entusiasmo e della passione per la musica.
Top