È di moda: Pedro Capó, il successo di “Calma (Remix)”

“Calma (Remix)” di Pedro Capó e Farruko è un singolo fenomeno in radio: ha conquistato il doppio disco di platino e naviga a centinaia di milioni di stream a livello globale, svettando dall’alto di una montagna di visualizzazioni su You Tube. Insomma, “Calma” è di moda.

È di moda: Pedro Capó, il successo di “Calma”
Il portoricano Pedro Capó.

Quindi chi è Pedro Capó? Nato a San Juan, Porto Rico, è nipote del compositore e cantante Bobby Capó e figlio del cantante di salsa (anche lui) Bobby Capó.

“La musica è sempre state un affare di famiglia”, racconta Pedro. “A casa da piccolo ascoltavo grazie ai miei genitori sia la salsa sia il reggae, ma anche le grandi ballad anni ’80. Crescendo ho iniziato a cercare il mio sound, e l’ho trovato suonando a New York – dove vivo: questa città è stata fondamentale per la mia crescita. Ci abitano molti artisti portoricani, qui portiamo la salsa e il boogaloo (un genere di musica latina) e li contaminiamo con l’r’n’b e l’hip hop. Ed è meraviglioso”.

Insomma, il suo mondo è quello. Facile etichettare le sue canzoni come l’ennesimo tormentone estivo, che finisce in cantina con i fenicotteri galleggianti: “Le mie canzoni sono associate all’estate? Ok, fa parte del gioco e va bene. È però uno stereotipo, ci sono più dimensioni nella mia musica. I miei testi sono onesti e semplici, cerco di essere fresco per essere capito e apprezzato: questo è il mio modo di entrare in connessione con il pubblico”.

Pedro Capó e Farruko, “Calma (Remix)”:

Sulla collaborazione con Farruko per il remix di “Calma”, Pedro dice che è stata “un’esperienza incredibile. Sono orgoglioso di aver lavorato con uno dei migliori artisti portoricani di musica urban”.

Idee sul prossimo album? “Mi piace parlare di tutto: racconto la vita, l’amore, la perdita delle persone care, i cambiamenti sociali che ci toccano, le cose che muovono l’umanità. Dico la verità in modo semplice”.

[Pedro, è vero che hai lavorato nel ristorante di Marc Anthony? “Sì, avevo 18 o 19 anni e facevo il cameriere. Però Marc l’ho incontrato solo successivamente e ho scoperto un’ottima persona, un ragazzo eccezionale”].

Print Friendly, PDF & Email
Francesca Binfaré
Francesca Binfaré
Giornalista, si occupa di musica, spettacolo e viaggi; parallelamente svolge attività di ufficio stampa. Autrice e conduttrice radiofonica dal 1989. Ha vissuto qualche tempo a Dublino, ma non ha mai suonato al campanello di Bono. Ha visto i "duri" Metallica bere un the e Slash senza l’immancabile cilindro. Affezionata frequentatrice del Festival di Sanremo e dei meandri del Teatro Ariston.
Top