Statuto: nuovo singolo dall’album “Amore di classe”

Statuto: Ritmi di metropoli, è il nuovo singolo estratto dall’album Amore di classe (Universal), in rotazione radiofonica da venerdì 7 ottobre.

Statuto: Ritmi di metropoli è il singolo estratto da Amore di classe
Gli Statuto.

Ritmi di metropoli, la traccia numero 3 «È la canzone del nostro nuovo disco che descrive al meglio il nostro stile di vita, ormai adottato anche dalle nuove generazioni a noi seguite. Sempre in strada, protagonisti della vita metropolitana, vivendo con stile ed eleganza ma anche con determinazione e impegno, veloci ma precisi, come il ritmo del brano stesso».

Ritmi di metropoli, prodotto da Max Casacci e Rudy Dimonte, è caratterizzato da sonorità powerpop e ritmi giamaicani. Nel testo del brano, scelto come nuovo singolo tramite un sondaggio sui social rivolto ai fans della band, gli Statuto descrivono l’ambiente urbano, lo stile e la quotidianità dei giovani protagonisti della storia raccontata nel concept della band torinese. La canzone è considerata come fondamentale per l’intero lavoro, tanto che il ritornello è citato sulla copertina del disco: “Ritmi di metropoli, suoni multietnici, abiti impeccabili: siamo noi”.

Amore di classe, uscito lo scorso gennaio, è entrato direttamente nella classifica dei dischi più venduti in Italia ed è stato definito da Ezio Bosso, bassista della band per anni, miglior disco della carriera artistica degli Statuto. Seguito in tutta la fase di composizione, pre-produzione, registrazione, mixaggio e produzione artistica da Max Casacci con Rudy Di Monte, l’album racconta in 11 canzoni consequenziali, una storia metropolitana attualissima, scritta da oSKAr. Le sonorità attuali si legano alle radici del gruppo “mod” torinese, creando un genere totalmente personale ed evoluto, del tutto originale nell’ambito della musica pop italiana. Le parti degli archi sono arrangiate e suonate da Davide Rossi (già arrangiatore di Coldplay, Goldfrapp, Duran Duran e molti altri).

Questa la tracklist di Amore di Classe:

  1. Ouverture
  2. Batticuore
  3. Ritmi di metropoli
  4. Catturami
  5. Amore di classe
  6. Pubbliche virtù
  7. Non sei lei
  8. Non sarai tu a cambiare il mondo
  9. Devi riderci su
  10. Corri Adamo
  11. Cosa conta
  12. Questa è la felicità.

Statuto: Ritmi di metropoliGli Statuto sono oSKAr (voce), Naska (batteria), Alex Bumba (chitarra) e Rudy (basso). La band è una realtà unica nel panorama della musica italiana, con il suo coerente ma non per questo mai evoluto stile “mod”, con la loro immediatezza e sfrontatezza nei testi impegnati. Gli Statuto sono spesso ironici o sarcastici, aggressivi e umili, con una musica diventata di “moda” che è iniziata con lo  “ska” e si è fusa con il “soul” e il “powerpop”, diventando totalmente originale e incatalogabile.

Senza mai aver assunto i panni delle star, senza essersi mai allontanati idealmente (e geograficamente) da Piazza Statuto, luogo di partenza e di creazione culturale, ideologica e musicale del gruppo sono arrivati su ogni tipo di palcoscenico, dal Teatro Ariston del Festival di Sanremo al concerto per i licenziati della Lancia/Fiat di Chivasso, dal Festivalbar al Leonkavallo, dal Cantagiro al concerto in Plaza De La Revoluciòn all’Habana de Cuba (invitati dalle autorità locali), sempre con la massima semplicità e naturalezza che li contraddistingue fin dai loro inizi.

Articolo di Gianluca Trunzo

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Redazione
Redazione

La Redazione di Musica361 è composta da giornalisti, scrittori, copywriter ed esperti di comunicazione tutti con il comune denominatore della professionalità, dell’entusiasmo e della passione per la musica.

Top