Premio Elisa Turlà: nel ricordo di una grande Donna, Artista e Insegnante

Il 16 aprile 2016, presso il Teatro Politeama di Prato, si terrà la prima edizione del concorso internazionale di canto dedicato a Elisa Turlà. Ospiti della serata: Giovanni Caccamo, Karima e il tenore Giuseppe Filianoti.

Premio-Elisa-Turlà-Prato
Il I Premio Elisa Turlà si svolgerà il 16 aprile, alle 21, presso il Teatro Politeama di Prato.

Il mondo della musica, in particolare della canzone, non è fatto solo di ribalte, luci e cantanti ma anche di tanti “addetti ai lavori” che fanno parte di una filiera alquanto articolata. Dietro un cantante, ad esempio, c’è tutto uno staff che lavora: dall’assistente personale all’ufficio stampa, dal management all’art director e via dicendo. Quanti vogliono svolgere tale mestiere con professionalità e tutelando il proprio strumento vocale, si affidano a una figura che negli ultimi anni (dall’avvento dei talent, bisogna dirlo) ha assunto un ruolo sempre più importante: il cosiddetto “vocal coach”, letteralmente “addestratore vocale”. Tra i tantissimi spuntati come funghi, è necessario ovviamente capire chi è preparato e chi no, chi è competente e chi si improvvisa, chi ha il dono di educare al corretto uso della voce cantata (ma anche parlata) e chi invece procura solo danni.

Lasciando stare quei vocal coach famosi, presenti in tv e in quasi tutti i concorsi canori dello stivale, meglio puntare l’attenzione su una categoria che non appare, non fa rumore o clamore ma che con serietà opera nel campo ed è composta da “operai silenziosi” del canto. Tra questi, è doveroso ricordare Elisa Turlà, donna, artista e insegnante di altissimo spessore umano e professionale, scomparsa nel giugno 2015. Diplomata in canto lirico nel 1994, ha abbracciato con tutta se stessa il metodo Estill EVT (VoiceCraft), messo a punto dall’americana Joe Estill da cui prende il nome, diventando un riferimento assoluto in Italia e nel mondo per quanto riguarda l’addestramento vocale funzionale per i professionisti della voce.

«Elisa è stata una dolcissima amica, la prima con cui ho vissuto a Milano, all’inizio degli anni Novanta, i primi seminari di EVT alla scoperta di nuove metodologie e nozioni sul canto, oltre alle belle serate trascorse a confrontarci e a cucinare» – ricorda la cantante Antonella Bucci, indimenticabile voce insieme a Eros Ramazzotti di “Amarti è l’immenso”, oltre che autrice e insegnante di canto.

Una vita, quella di Elisa, dedicata totalmente alla musica e passata attraverso numerose esperienze sia come artista sia come didatta nell’ambito lirico e pop. Per non far morire il suo ricordo e per dar valore alla grande eredità lasciataci, è stato istituito un Premio a suo nome organizzato dal Centro Studi “Estill Italia”, associazione fondata dalla stessa Elisa, in collaborazione con l’attuale presidente Alejandro Saorin Martinez, anche direttore artistico dell’evento.

Il Premio Elisa Turlà si svolgerà il prossimo sabato 16 aprile alle ore 21:00 presso il Teatro Politeama di Prato e vedrà esibirsi i finalisti delle due categorie previste, ovvero Canto Moderno e Canto Lirico. A presiedere una folta giuria di artisti/addetti ai lavori ci sarà l’amico, prima di tutto, e Dottor Franco Fussi, foniatra di tante stelle della musica italiana, da Laura Pausini ad Andrea Bocelli, solo per citarne due.

Ospiti della serata saranno alcuni “noti” allievi della Turlà: Giovanni Caccamo, Karima e il tenore Giuseppe Filianoti. «Elisa era una persona speciale, amata da tutti!» – afferma Filianoti. E ancora: «Non ho conosciuto donna più buona, gentile e intelligente di lei. Mi ha insegnato tanto e con estrema umiltà; mi ha sempre sostenuto e consigliato nella mia difficile carriera. Essere presente al Premio a lei dedicato è il minimo che io possa fare per dar voce a ciò che il mio cuore mi dice da quando non è più tra noi: Elisa, grazie ancora, sarai sempre nei miei pensieri!». Un grazie che si unisce a tantissimi altri diventando corale ed elevandosi unicamente per una grande Donna, Artista e Insegnante.

Sito Web: www.vocaltraining.it

Articolo di Andrea Direnzo

Ti potrebbero interessare:

Andrea Direnzo
Andrea Direnzo
Giornalista, critico ed esperto musicale, opera a 360° nell’ambito della cultura e dello spettacolo. Ha frequentato il master in Critica Giornalistica per Teatro, Cinema, Musica e TV presso l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma e ha collaborato con le più importanti e accreditate testate musicali nazionali. Dal 2007 al 2013 è stato membro della commissione artistica del Premio Mia Martini e attualmente fa parte delle giuria del Premio Tenco e della commissione artistica del Premio Valentina Giovagnini.
Top