Niccolò Fabi tra un passato di successi e un presente ricco di novità

Niccolò Fabi è uno dei cantautori italiani più raffinati e ricercati. La sua carriera è costellata di successi e ritorna con un nuovo album e un tour nelle principali città italiane.

Niccolò-Fabi-Una-somma-di-piccole-coseNiccolò Fabi muove i suoi primi passi all’interno del fervido ambiente musicale negli anni ’90. Nel 1997, con “Capelli”, vince il Premio della critica nelle Nuove Proposte al Festival di Sanremo. Dello stesso anno è il disco d’esordio “Il giardiniere”.

Nel 1998 presenta, sempre a Sanremo, “Lasciarsi un giorno a Roma”, che farà parte del secondo album, “Niccolò Fabi”, all’interno del quale si trovano anche “Vento d’estate”, in coppia con Max Gazzè e grande successo radiofonico.

Il 2006 è l’anno di “Novo Mesto“, registrato nella omonima cittadina Slovena, che contiene la canzone “Costruire” diventata negli anni uno dei suoi brani più identificativi e più amati. A dieci anni dall’esordio è il momento della prima raccolta, “Dischi volanti 1996-2006“.

Il 30 agosto 2010, organizza a Mazzano Romano, Parole di Lulù, la festa di compleanno per la figlia Olivia, scomparsa a seguito di una forma acuta di meningite. La giornata, inizialmente pensata per un piccolo gruppo di amici, col passare delle settimane è diventato un grande concerto a cui hanno preso parte oltre cinquanta musicisti e circa ventimila persone. A novembre 2010 viene pubblicato il singolo “Parole parole” cantata da Niccolò Fabi con Mina.

Niccolò-Fabi-Una-somma-di-piccole-cose
Niccolò Fabi.

Dopo il Solo tour, il 2012 inizia all’insegna della creatività e Niccolò si dedica completamente alla scrittura di “Ecco“, settimo disco della sua carriera e che riceve, da subito, riscontri positivi sia dalla critica che dal pubblico.

Nel 2014 inizia la collaborazione con Daniele Silvestri e Max Gazzè per il progetto “Fabi Silvestri Gazzè” che lo vedrà pubblicare un disco “Il Padrone della Festa” (Sony/Universal) e un cofanetto successivo dello stesso disco live.

Dopo “Una somma di piccole cose” e “Ha perso la città”, è disponibile da qualche giorno “Facciamo finta”, il terzo singolo estratto dal nuovo album di Niccolò Fabi “Una somma di piccole cose”, in uscita venerdì 22 aprile.

Il cantautore romano ha anche deciso di regalare una versione live di “Facciamo finta”, pubblicando su YouTube un’inedita session-video registrata con la sua nuova band nello studio dove stanno facendo le prove del tour.

Nel comunicato stampa, Niccolò ha spiegato: “Ecco una terza possibilità per chi vuole farsi un’idea su questo nuovo disco. Se la prima canzone “Una somma di piccole cose” ne è inevitabilmente il centro e “Ha perso la città” uno dei due estremi, “Facciamo finta” è l’estremo opposto”.

All’album seguirà “L’instore tour” che partirà proprio il giorno di uscita del disco e proseguirà per dieci appuntamenti in tutta Italia. Dieci incontri in cui l’artista ha dichiarato di voler raccontare, con l’aiuto di un giornalista, queste nuove canzoni e di farle ascoltare dal vivo al pubblico presente.

Le date dei firmacopie previsti:

  • 22 aprile La Feltrinelli – Roma h 18.00;
  • 23 aprile La Feltrinelli – Firenze h 18:30;
  • 24 aprile La Feltrinelli – Bologna h 18.00;
  • 26 aprile La Feltrinelli – Milano h 18.00;
  • 27 aprile La Feltrinelli – Torino h 18:30;
  • 28 aprile La Feltrinelli – Verona h 18.00;
  • 2 maggio La Feltrinelli – Bari h 18:30;
  • 3 maggio La Feltrinelli – Napoli h 18.00;
  • 4 maggio La Feltrinelli – Catania h 18.00:
  • 6 maggio La Feltrinelli – Cagliari h 18.00.

Il Tour di Niccolò Fabi

Il 18 maggio partirà invece il vero e proprio nuovo tour di Niccolò Fabi che, tramite la sua pagina Facebook, ha voluto raccontare chi saranno i musicisti che lo affiancheranno: “Vi dicevo dei miei nuovi compagni di viaggio in tour. È una bella storia ed è quindi giusto che io ve la racconti. Una sera di qualche mese fa sono andato ad ascoltare il talentuoso cantautore torinese Alberto Bianco in un piccolo club romano. Le canzoni di Alberto mi piacciono da sempre, ma era la prima volta che lo ascoltavo con la sua nuova band. Bravi, uniti e indipendenti dal luogo, indipendenti dal riscontro. Liberi. Felici. Poi i complimenti e una birra insieme appoggiati al muro. Quando in previsione del nuovo tour ho capito che sarebbe stato difficile rimettere insieme la vecchia banda mi sono rivenuti in mente quegli sguardi. La fortuna di avere un palco a disposizione, un furgone pieno di strumenti e una birra pagata al bancone. A prescindere da tutto il resto. Ed è così per me da venti anni almeno. Quindi li ho chiamati per chieder loro di accompagnarmi in questo tour. E così sarà. La musica che sostiene altra musica e insieme libertà e speranza. La speranza di un giovane musicista che suona in un piccolo locale magari davanti a 10 persone dando tutto se stesso anche perché magari tra quelle 10 persone c’è qualcuno che a sua insaputa è lì per lui e gli cambia la vita. Non credo di poter cambiare la vita di nessuno, ma di alimentare una speranza questo sì.”

A seguire le prime date confermate:

  • 18 maggio Teatro Lyrik – Assisi (PG);
  • 21 maggio Teatro Augusteo – Napoli;
  • 22 maggio Auditorium Parco della Musica – Roma;
  • 23 maggio Auditorium di Milano;
  • 24 maggio Auditorium di Milano;
  • 26 maggio Auditorium Manzoni – Bologna;
  • 27 maggio Teatro Colosseo – Torino;
  • 30 maggio Teatro Romano – Verona;
  • 20 luglio Campania dei caduti – Rovereto (TN);
  • 21 luglio Teatro Romano – Fiesole (FI);
  • 23 luglio Anfiteatro Romano – Lecce;
  • 25 luglio Teatro di Verdura – Palermo;
  • 29 luglio Arena Teatro D’Annunzio – Pescara.
Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Paride Candelaresi
Paride Candelaresi

Appassionato di musica, cinema, vino e cultura ebraica. Iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza, gestisco la mia attività fra mille interessi: lirica, pop, dance, rock e jazz ma anche equitazione, storia e letteratura. Sono ideatore della manifestazione musicale Maratona Musicale No StoP.

Top