I NERD sono tornati e porteranno la novità

La band di Pharrell Williams torna sulle scene pronta a cambiare nuovamente le carte in tavola.

I NERD sono tornati e porteranno la novità
I NERD sono tornati e porteranno la novità.

No one Ever Really Dies, questo l’acronimo di N.E.R.D, che calza a pennello con il loro ritorno. La band, capitanata dal produttore Pharrell Williams, insieme a Chad Hugo e Shae Haley, ha conquistato il mercato discografico nella metà degli anni ‘2000 con le hit “She wants to move” e “Hot-N-Fun” (con Nelly Furtado). Un genere il loro che non è definibile, puro crossover tra hip hop, soul, rock e altre influenze. Molto originali, così sperimentali da diventare pop, una magia inspiegabile.

Il loro ritorno è fondamentale, perché in questi anni in cui tutto sembra avere un ordine maniacale, dove tutte le canzoni hanno un genere o un mood (parafrasando Spotify), serve qualcuno che rompa gli schemi, che guardi oltre la siepe di leopardiana memoria. E se a farlo è un gruppo capitanato da Pharrel Williams, probabilmente uno dei produttori più influenti degli ultimi 10 anni, è probabile che ci sia davvero qualcosa di grosso che sta per arrivare.

Il nuovo singolo si chiama Lemon, ha un featuring importante con Rihanna e per provare minimamente ad entrare nel ritmo che impone il gruppo bisogna ascoltare la canzone più volte, non basta fermarsi al primo ascolto. Ecco un primo punto di rottura, in un mondo dallo skip veloce chiedere di riascoltare la canzone per capirla vuol dire: «Hey, questa è musica, non è roba usa e getta». E ne vale davvero la pena. Grande uso delle bassline alla Pharrell, Rihanna che non canta, scandisce la metrica come un flow rap, è tutto una novità. Pronti via si sono già presi nuovamente il ruolo da anello mancante tra presente e futuro. Non è rap, non è hip hop, non è trap, non è soul. Che cos’è? Sono tornati i Nerd.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Andrea De Sotgiu
Andrea De Sotgiu

Laureato in Comunicazione, appassionato di musica e di tecnologia. Se qualcosa nasconde una dietrologia non si darà pace finché non avrà colmato la sua sete di curiosità, che sfogherà puntualmente all’interno dei suoi articoli.

Top