#MusicMakesYouTravel: scegliamo i viaggi in base alla musica. Lo dice Volagratis

Noi italiani siamo tra i protagonisti europei di Music Travel, indagine di Volagratis.com che dimostra come video e canzoni ci ispirino nella scelta delle mete di viaggio.

Music Travel
#MusicMakesYouTravel.

I millennial italiani volano sulle ali della musica? Sì, certo, lo sappiamo: streaming, visualizzazioni di video, tutto online. Però attenzione: l’indagine di Volagratis.com (motore di ricerca per voli) su quanto la musica incida sulle nostre scelte di viaggio ha messo in risalto il fatto che i millennial prendano fisicamente un aereo, anche per voli di migliaia di chilometri, pur di partecipare a un evento musicale o a un concerto.

Noi italiani, millennial o meno, ci facciamo indirizzare nella scelta delle destinazioni da visitare anche dai video musicali. Insomma, siamo in piena moda Music Travel, una tendenza sottolineata da Volagratis.com e Spotify che hanno realizzato il progetto #MusicMakesYouTravel: musica e vacanze vanno a braccetto, e l’esistenza dei tormentoni estivi (quest’anno Despacito” di Luis Fonsi, magari?) ne è la dimostrazione.

Per il 95% dei nostri connazionali la musica stimola a fuggire dal trantran quotidiano e contribuisce a dare un senso di evasione e di vacanza: in questo distacchiamo di molto gli inglesi (67%), abbastanza i francesi (89%), di poco gli spagnoli (94%).

La musica non solo ci mette voglia di prendere e partire, ma ci dà lo spunto anche per scegliere la meta: ben il 78% degli italiani, secondo l’indagine, è spinto a viaggiare dopo aver ascoltato un brano o aver visto un video. Il 50% del campione intervistato visiterebbe volentieri una località legata alla musica o viaggerebbe per assistere a un concerto.

I più disponibili a fare viaggi – anche lunghi oltre 2000 km – per inseguire le note e la passione per un cantante, sono i millennial. Quindi via verso i Beatles e l’Inghilterra, Abbey Road a Londra o su fino a Liverpool, o New York dove venne assassinato John Lennon. O magari si prende un volo verso la west coast americana, inseguendo “Californication” dei Red Hot Chili Peppers o le canzoni del grunge di Seattle.

Anche i festival musicali europei spingono il 60% degli italiani a fare le valigie. Prima di prendere l’aereo siamo veri pianificatori: ci informiamo sulla scena musicale del paese che visiteremo, oltre al festival che vogliamo vedere cerchiamo club, locali, artisti e canzoni del posto, e quasi 4 italiani su 5 preparano addirittura delle playlist da ascoltare durante il viaggio. E lo facciamo più di spagnoli, francesi e inglesi.

Ma, attenzione: se abbiamo qualche scheletro nell’armadio, qualche brano kitsch o trash nella nostra playlist, noi italiani preferiremmo non doverlo svelare mai.

Per accontentare chi viaggi sulle note dei Music Travel, Volagratis.com con Spotify ha realizzato un minisito, #MusicMakesYouTravel, dove si trovano le mappe interattive di alcune delle città più importanti dal punto di vista musicale con i luoghi d’interesse, playlist speciali e guide delle località personalizzate da 6 artisti.

Francesca Binfaré
Francesca Binfaré
Giornalista, si occupa di musica, spettacolo e viaggi; parallelamente svolge attività di ufficio stampa. Autrice e conduttrice radiofonica dal 1989. Ha vissuto qualche tempo a Dublino, ma non ha mai suonato al campanello di Bono. Ha visto i "duri" Metallica bere un the e Slash senza l’immancabile cilindro. Affezionata frequentatrice del Festival di Sanremo e dei meandri del Teatro Ariston.
Top