Marco Martinelli canta l’amore nel nuovo singolo La luna e l’alieno

Svolta romantica per il cantautore Marco Martinelli che torna sulla scena musicale, con il nuovo singolo La luna e l’alieno (Suoni dall’Italia).

Marco-Martinelli-La-luna-l-alieno
Marco Martinelli.

Il brano racconta di una storia d’amore ambientata in una fiaba, un’efficace metafora di come l’amore possa far arrivare a mete impensabili o credute irraggiungibili.

Marco Martinelli è nato a Lucca 25 anni fa. Laureato in Biotecnologie Agro-Industriali con un Master in Molecular And Industrial Biotechnology, negli anni si dedica alla musica e vince il suo Primo Concorso Nazionale “Ingegner Giuseppe Pedriali” dedicato ai ricercatori, per aver messo a punto, con la sua tesi di laurea, un nuovo modo di produzione dei cannabinoidi, i principi attivi della Cannabis sativa, da lievito. Si divide nella vita tra arte, management e scienza.

Già conosciuto al pubblico per aver preso parte a due programmi televisivi su reti nazionali: The Apprentice, seconda edizione, dove ha messo in mostra le sue qualità creative e le sue attitudini manageriali e Forte Forte Forte, dove Marco si è dimostrato un talento preparato, dotato di comunicativa e simpatia, oltre che di capacità canore e di performer a tuttotondo, abile ad intrattenere e muoversi con disinvoltura sulla scena.

Cosa rappresenta per te L’amore e l’alieno?
Ho un’idea molto romantica dell’amore, lo vedo un po’ come un albero. Il termine “alieno” rappresenta un concetto molto bello che mi appartiene. Io mi sento alieno, nel suo significato di “distante” da certi aspetti della società come la violenza sulle donne o sui bambini, l’omofobia, l’intolleranza, la migrazione, i movimenti nazifascisti o gli estremismi.

È un brano che ha molte sfaccettature?
Esatto. Tanti rami per le tante sfumature che può avere. Anche gli antichi greci suddividevano l’amore in molte aree, dalla “philia” l’amicizia sino all’ “Eros” ossia il sesso. Io di amore ne ho ricevuto tanto ed in tante forme. Credo sia importante che ci sia un equilibrio chimico tra l’amore che diamo e quello che riceviamo.

Marco-Martinelli-La-luna-l-alienoPerchè siamo tutti alieni come canti nel brano?
Siamo alieni, perchè siamo tutti sul punto di lasciare questo pianeta e trasferirci altrove. Siamo circondati da troppe prepotenze, violenze e negatività. Ma siamo alieni anche perchè, siamo quei pochi che combattono e che non si tirano indietro. Credo che tutti siano alieni ossia ognuno diverso dall’altro, tutti vivono sul proprio pianeta, ma la bellezza della vita è la costruzione di ponti e passaggi interplanetari, l’accorgersi che facciamo tutti parte dello stesso “sistema solare”.

Cosa ci anticipi del nuovo album?
Il disco sarà polifacce, prismatico e mi rappresenta sotto molti aspetti. Avrà pezzi in italiano con la grandissima attenzione dei miei produttori Mariella Nava e Antonio Coggio ma anche con richiami internazionali al mondo di Sam Smith e Beyoncè, con un paio di brani dance. Ci sarà dentro un po’ del mio iperuranio.

Un artista italiano con cui ti piacerebbe duettare?
Fin da bambino seguivo e ammiravo Giorgia. Sarebbe un sogno da realizzare poter cantare con lei.

Articolo di Marco Masciopinto.

Ti potrebbero interessare:

Redazione
Redazione
La Redazione di Musica361 è composta da giornalisti, scrittori, copywriter ed esperti di comunicazione tutti con il comune denominatore della professionalità, dell'entusiasmo e della passione per la musica.
Top