“Ossigeno”: un viaggio nell’anima di Iskra Menarini

Iskra Menarini, storica vocalist di Lucio Dalla, mette a segno un nuovo progetto discografico in cui trovano spazio brani inediti e importanti featuring con Gianni Morandi, Renato Zero, Gigi D’Alessio, Andrea Mingardi, Stefano Di Battista, Lino Banfi e Sabrina Ferilli.

“Ossigeno”: un viaggio nell’anima di Iskra Menarini 2

 

«Io credo che Iskra sia una delle grandi cantanti che mai nella mia vita mi sia capitato di incontrare. Credetemi, è veramente un miracolo vocale!». Queste le parole con cui Lucio Dalla presentò Iskra Menarini al Festival di Sanremo 2009, in occasione della sua partecipazione nella sezione “Proposte” con la canzone Quasi amore.

Sono trascorsi sette anni da allora. Nel frattempo, il 1° marzo 2012, il cuore di Lucio è volato via e la sua pupilla è rimasta orfana di un “padre artistico” che ha seguito fedelmente con tutta se stessa per oltre vent’anni. Il percorso di Iskra è andato avanti, arrivando fino a oggi, alla pubblicazione di un album vero e proprio intitolato Ossigeno – Un viaggio nell’anima (2016, I-Company), che racchiude quasi 50 anni di carriera, ma ancor di più la sua essenza di artista, di viaggiatrice, di sperimentatrice, di donna sempre innamorata dell’amore.

Il suo canto è “soul” perché sgorga dall’anima e di questa ne è il “respiro”. Iskra quando canta, fa respirare la sua anima che ha bisogno di ossigeno. Ossigeno che è la musica in cui è racchiuso l’amore che, a sua volta, si trasforma in preghiera universale senza tempo, senza spazio, senza limiti, che abbraccia tutto e tutti. Lo spirito di Lucio aleggia per l’intero disco, non c’è dubbio, ma insieme a tutto il bagaglio che la Menarini ha messo su passo dopo passo, esperienza dopo esperienza, con sacrifico e passione, silenziosamente, quasi in una sorta di nascondimento che l’ha aiutata a tirare fuori il meglio di sé e a diventare un’artista libera, al di fuori e al di sopra di ogni logica commerciale.

Il “viaggio nell’anima” parte nel migliore dei modi con C’era una volta l’amore, brano emotivamente coinvolgente composto dalla stessa Iskra che si nutre di un bel crescendo sia musicale sia interpretativo. Traccia dopo traccia emergono la sua grande versatilità e la capacità di immergersi in diversi territori musicali con disinvoltura e credibilità: dall’elettronica Ossigeno alla disco La resurrezione dell’amore, fino alle sonorità ethno-world di Madre Terra in cui si avverte forte il suo “respiro” più profondo, quello che più le appartiene.

Non mancano riletture personali di Lascia ch’io pianga di Händel ed Et maintenant di Bécaud, ma anche di brani provenienti dal canzoniere di Dalla, ad esempio Stella di mare e la versione live di Amore disperato, tratta dall’opera moderna scritta dal cantautore bolognese nel 2003 e liberamente ispirata al melodramma Tosca di Puccini.

Molto bello vedere Iskra attorniata da tanti amici-colleghi suoi e di Lucio che rendono il progetto davvero speciale: da Gianni Morandi (Oggi no) a Renato Zero (Lu), da Andrea Mingardi (Disperato erotico stomp) a Gigi D’Alessio (Caruso), più interventi di attori come Lino Banfi (Caro raghezzo Lucio) e Sabrina Ferilli (Sono qui in questo disco…) o di musicisti quali Stefano Di Battista (Et maintenant) e Simone Baroncini (Showing Good By) o ancora di formazioni corali come il Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna (Silenzio) e il Coro di San Rocco diretto da Marialuce Monari (La resurrezione dell’amore).

Il “viaggio nell’anima” di Iskra non ha bisogno di cinture di sicurezza, ma solo di libertà per lasciarsi andare ed entrare così in quella dimensione che sa andare “oltre”.

“Ossigeno”: un viaggio nell’anima di Iskra Menarini 1
L’album di Iskra Menarini “Ossigeno, un viaggio nel’anima”.

Tracklist di Ossigeno – Un Viaggio nell’anima:

  1. C’era una volta l’amore
  2. Ossigeno (KeeJay Freak Remix)
  3. Stella di mare (Tu similis mei) – con il Coro di San Rocco diretto da Marialuce Monari
  4. La resurrezione dell’amore (Love Resurrection) – con il Coro di San Rocco diretto da Marialuce Monari
  5. Oggi no – con Gianni Morandi
  6. Lascia ch’io pianga
  7. Lu – con Renato Zero
  8. Madre Terra
  9. Caruso – con Gigi D’Alessio
  10. Silenzio – con il Piccolo Coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna
  11. Et maintenant – feat. Stefano Di Battista
  12. Disperato erotico stomp (Taranta Rap) – con Andrea Mingardi e Gergo Morales
  13. Showin Good By – feat. Simone Baroncini
  14. Caro raghezzo Lucio… (Lino Banfi)
  15. Ossigeno… un viaggio nell’anima – con l’ensamble vocale “Musica e Oltre” di Paolo Li Rosi
  16. Sono qui in questo disco… (Sabrina Ferrilli)
  17. Madre Terra (Dj Thor Mix)
  18. Amore disperato (Live in concerto)

Sito web ufficiale: www.iskramenarini.com

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Andrea Direnzo
Andrea Direnzo
Giornalista, critico ed esperto musicale, opera a 360° nell’ambito della cultura e dello spettacolo. Ha frequentato il master in Critica Giornalistica per Teatro, Cinema, Musica e TV presso l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma e ha collaborato con le più importanti e accreditate testate musicali nazionali. Dal 2007 al 2013 è stato membro della commissione artistica del Premio Mia Martini e attualmente fa parte delle giuria del Premio Tenco e della commissione artistica del Premio Valentina Giovagnini.
Top