Milano Music Week, intervista a Matthew Lee il pianista che suona (anche) i cellulari

Samsung District Live propone tre concerti inseriti nel calendario ufficiale di Milano Music Week, introdotti da una performance del pianista Matthew Lee. Che suona anche i cellulari

Intervista a Matthew Lee, protagonista a Milano Music WeekSamsung District è Live: gli spazi del quartier generale Samsung a Milano – la Smart Home e la Smart Arena di via Mike Bongiorno 9 – diventano un palcoscenico in occasione della prima Milano Music Week, con un programma di tre live sotto la direzione creativa di Fiamma Sanò e la direzione musicale di Davide Ferrario.

Boosta (24 novembre), Lodovica Comello (25 novembre) e Rocco Tanica (26 novembre) saranno i protagonisti dei concerti, tre progetti portati in scena per la prima volta, che condividono lo strumento protagonista al centro del palco: il pianoforte. Alle 20 una conversazione con l’artista protagonista della serata – condotta dalla giornalista Fiamma Sanò – introdurrà il successivo concerto delle 20.30.

Boosta (Davide Di Leo), tastierista e co-fondatore dei Subsonica, venerdì sera inaugurerà il Samsung District Live nella Smart Home con un “Concerto per pianoforte preparato e pensieri”: il piano che userà è stato preparato e modificato per mettersi al servizio della poetica di Boosta. Il pubblico potrà interagire tramite gli strumenti di comunicazione digitale che tutti usiamo, cioè email, app di messaggistica, social network, rispondendo alla domanda: “Cos’è la musica per te?”.

Lodovica Comello sabato sera proporrà il suo omaggio alla musica pop, proponendo il suo repertorio di interprete e alcune cover di brani che hanno fatto la storia della musica. Una serata per piano, voce e violino: a suonare entrambi gli strumenti è Andrea Di Cesare, compagno di viaggio di Lodovica attraverso il mondo della musica pop.

Rocco Tanica, tastierista di Elio e le Storie Tese, torna a suonare dal vivo dopo quattro anni di assenza dal palcoscenico. Per la prima volta si esibisce in un concerto di piano solo con un progetto inedito rigorosamente “A sorpresa”. Nella Smart Arena del Samsung Disctrict Live, domenica sera, racconterà come la tecnologia digitale, unita all’esibizione dal vivo, al pianoforte, sia in grado di creare una nuova magia nella musica.

Le tre serate sono a ingresso gratuito, basta registrarsi sull’app Samsung Members, disponibile in download su Play Store Android. Chi si registrerà, tra l’altro, avrà la possibilità di vincere il meet & greet con l’artista della serata.

Le serate di Samsung District Live inizieranno alle 19 con il pianista Matthew Lee (il suo vero nome è Matteo Orizi), virtuoso del rock’n’roll. Ve lo ricordate vincitore tra i giovani al Coca Cola Summer Festival del 2015, oppure in una delle sue esibizioni ospite all’Edicola Fiore da Fiorello o da Gigi Proietti nel suo programma “Cavalli di battaglia” su RaiUno?

La performance di Matthew Lee è stata concepita insieme con Samsung, ed è un “Concerto per pianoforte e Galaxy Note8”. «Ho iniziato come pianista classico, ma ben presto sono diventato un “rock’n’rollista”», spiega il vulcanico Matthew.

Intervista a Matthew Lee, protagonista a Milano Music Week
Matthew Lee, pianista rock’n’roll.

«Avrò con me un Samsung Galaxy Note8 e un Samsung Galaxy Book, che hanno un programmino fantastico, Soundcamp. Praticamente puoi usare diversi strumenti e basi preregistrate e suonarci sopra: sarà come avere sul palco la mia band, mentre invece in realtà sarà uno show piano e voce. Avrò anche la possibilità di aprire un minipianoforte che userò con una mano, mentre con l’altra suonerò il mio piano». In poche parole, «Aggiungerò dei colori alla musica con il resto dei supporti che avrò lì a disposizione».

In effetti, come conferma Matthew Lee, «Nel 2017 noi musicisti siamo così, “drogati” di applicazioni, ed è una figata usarle. Io sono uno sperimentatore da sempre, nei miei dischi ho sempre usato strumentazioni particolari e plug-in. Uso cellulari e tablet quotidianamente: sono sempre in tour, facendo 100 date in un anno passo tantissimo tempo in hotel per cui li uso per fissare le idee. Vado avanti così, a note sul telefonino: la mia musica ha radici che partono dagli anni ’50, ma io sono figlio dei miei tempi».

Per quanto riguarda i tre concerti al Samsung District Live, Matthew Lee proporrà brani tratti dai suoi dischi e canzoni della tradizione del rock’n’roll. «So cosa farò ma pur seguendo un canovaccio e una scaletta andrò un po’ a braccio, come cerco di fare sempre».

I prossimi appuntamenti con Matthew Lee sono alcune date live, la partecipazione al capodanno di RaiUno il 31 dicembre, la pubblicazione del nuovo disco in gennaio e un nuovo tour teatrale che lo impegnerà almeno fino all’estate.

Print Friendly, PDF & Email
Francesca Binfaré
Francesca Binfaré

Giornalista, si occupa di musica, spettacolo e viaggi; parallelamente svolge attività di ufficio stampa. Autrice e conduttrice radiofonica dal 1989. Ha vissuto qualche tempo a Dublino, ma non ha mai suonato al campanello di Bono. Ha visto i “duri” Metallica bere un the e Slash senza l’immancabile cilindro. Affezionata frequentatrice del Festival di Sanremo e dei meandri del Teatro Ariston.

Top