Il Pagante, raccontano a modo loro gli studenti “Fuori corso”

Il Pagante, come ultimo singolo estratto dall’album “Entro in pass”, ha scelto “Fuori corso”, ironica descrizione di un certo tipo di studenti universitari.

Il Pagante, Fuori corso è il nuovo singolo
Il gruppo Il Pagante.

Il Pagante che racconta i “Fuori corso”? Con la consueta ironia e l’abilità nel mettere sotto la lente di ingrandimento certi dettagli, Il Pagante sforna un nuovo divertente singolo dall’album “Entro in pass”, dedicato agli studenti che nel loro percorso di studi non restano al passo con il ritmo degli esami.

Siete milanesi, attenti a tutti i vezzi, le mode, i tipi urbani: i “Fuori corso” erano nel vostro mirino?  
Doveva succedere, anche se nessuno di noi tre è studente universitario. Ma a Milano tutti ne conosciamo qualcuno, c’è sempre qualche fuori corso.

Dietro all’ironia e al disimpegno, il brano vuol fare riflettere sul limbo immobile ma anche incantato in cui si trovano gli studenti fuori corso?
Sono i genitori che pagano le spese dei figli studenti, quelle universitarie ma anche i divertimenti e le vacanze. Nella canzone, e anche nel video, tutti questi riferimenti ci sono. A Milano le distrazioni non mancano, e alla fine i fuori corso sono come parcheggiati all’università, a spese della famiglia – bisogna ricordare anche questo.

Quanto le vostre canzoni devono alla città di Milano?
Tantissimo. Noi abitiamo qui e siamo consapevoli di quanto sia una città dinamica, propositiva, che guarda avanti. Riceviamo moltissimi stimoli che, a Milano, arrivano o si sviluppano prima che in altre città italiane, e noi li osserviamo per poi metterli in musica.

Quali stimoli nuovi vi ha dato Milano?
Ce ne sono, ma finiranno nelle canzoni nuove di cui è prematuro parlare. Prima dell’estate forse riusciremo a presentare qualcosa di nuovo.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Francesca Binfaré
Francesca Binfaré
Giornalista, si occupa di musica, spettacolo e viaggi; parallelamente svolge attività di ufficio stampa. Autrice e conduttrice radiofonica dal 1989. Ha vissuto qualche tempo a Dublino, ma non ha mai suonato al campanello di Bono. Ha visto i "duri" Metallica bere un the e Slash senza l’immancabile cilindro. Affezionata frequentatrice del Festival di Sanremo e dei meandri del Teatro Ariston.
Top