Con “Hits”, Giusy Ferreri ripercorre la sua carriera in 20 tracce

Attraverso le sue grandi hits, Musica361 traccia una retrospettiva sulla carriera di Giusy Ferreri.

Giusy Ferreri: recensione HitsCon una carriera costellata da trionfi e numeri da record sin dai suoi esordi, Giusy Ferreri ha guadagnato dischi di diamante e platino, fino a qualche annata un po’ buia per colpa di una digressione musicale decisamente inaspettata.

«Premetto che rifarei tutto – dice Giusy – ma ammetto che a un certo punto ho schiacciato l’acceleratore su una macchina che andava in una direzione che piaceva moltissimo alla sottoscritta, ma non mi ha portato dove volevo».

Nonostante i fisiologici alti e bassi che un’artista può incontrare durante il suo percorso, procede con ampio successo di pubblico il tour di Giusy Ferreri nelle principali località italiane, in cui la cantante ripercorre la sua carriera grazie alle canzoni del cd-raccolta Hits, ovvero di quelle 20 grandi canzoni che hanno distinto la sua realtà musicale in questi anni.

Giusy-Ferreri-Baby-K
Giusy Ferreri con Baby K.

La raccolta è una buona occasione per apprezzare tutti i suoi vecchi successi e riscoprire come la sua carriera si sia evoluta. Il suo repertorio è molto cambiato, da quando esordì, nel lontano 2008, alla prima edizione di X-Factor Italia: da Non ti scordar mai di me, primo brano scritto dal celebre Tiziano Ferro a Novembre, fino alla clamorosa canzone, forse più la pop del suo percorso, Roma-Bangkok in duetto con Baby K.

La Ferreri vira a sonorità elettroniche anni ’80 in Volevo te, brano firmato da Zampaglione segnando un ritorno alle sue origini più pop, senza perdere la grinta e soprattutto la forte personalità che, aldilà delle numerose critiche, dimostra di possedere.

Ma la cantante palermitana in quest’album ci propone anche altri due brani inediti: Come un’ora fa, dalle sonorità più eleganti e dotata di un bellissimo video anche presente sul canale Vevo ufficiale dell’artista e Prometto di sbagliare, scritta dalle prestigiose firme Faini, Abbate e Casalino che ci offre un’inedito reggaeton in salsa pop sul tema amoroso.

L’album prosegue con altri vecchi successi: Il mare immenso, prodotta da Corrado Rustici, è forse il brano più bello della carriera di Giusy Ferreri.

Piccoli dettagli è un gioiellino che per fortuna è entrato nel “final-cut” definitivo del disco, una “ballad” cucita su misura  intorno alla voce potente di Giusy. Rossi papaveri è uno splendido pezzo dall’anima rock che non ha avuto il successo sperato alla sua uscita. L’album Il mio universo, dal quale sono stati estratti questi due brani è stato decisamente sottovalutato dal pubblico, ma ha avuto il privilegio di far toccare all’artista vette non più raggiunte successivamente. Non a caso Il mio universo, disco al quale la Ferreri è molto legata, è proprio il disco che ha offuscato, seppur brevemente, la stella di Giusy Ferreri.

Il mare verticale è un brano di Paolo Benvegnù, invece contenuto nel disco precedente Fotografie. La cover, prodotta ed arrangiata da Michele Canova, è il pezzo più interessante tratto dal disco composto tutto da nuovi rifacimenti, che all’epoca della sua uscita fece storcere il naso a molti. Proprio da tal disco fu estratta anche la fortunata (quanto criticatissima) cover di Ma il cielo è sempre più blu di Rino Gaetano.

Le già citate Novembre e Non ti scordar mai di me sono sempreverdi che non hanno bisogno di alcuna presentazione. Tratte dal primo disco della Ferreri, Gaetana, queste hits affiancano La scala-The ladder scritta dall’ex 4 non blodes, Linda Perry. Il brano permette alla versatilità della voce di Giusy di esplodere in tutti i suoi colori.

Pochissimi i brani tratti dall’album del 2014, L’attesa. Potendo scegliere, si sarebbe potuta eliminare la trascurabile Ti porto a cena con me, in favore di La bevanda ha un retrogusto amaro. La canzone avvicina la cantautrice siciliana a sonorità “post-wave” e psichedeliche.  Pur non essendo presente all’interno del disco, per una scelta dir poco incomprensibile, il brano è molto amato dalla sua autrice. Qualche mese fa la stella di X-Factor si confessava al settimanale Sorrisi e Canzoni:

«Non ho rimpianti, nessuno! Anche se mi dispiace che un singolo come La bevanda ha un retrogusto amaro, forse uno dei brani di repertorio più vicino alle mie origini, non abbia avuto il successo che secondo me meritava».

È ovviamente presente Roma-Bangkok insieme alla rapper Baby K, successo stratosferico in Italia ed Europa che ha infranto ogni record immaginabile. Insomma, Hits testimonia l’evoluzione della Ferreri tutta in un unico album.

Giusy Ferreri è il primo grande nome di X Factor. Con Marco Mengoni è l’artista con il maggior successo discografico nato dal programma. Ha avuto un esordio sorprendente e una carriera nata con tanti singoli amati dal pubblico. Dopo un periodo in cui, lontana dai suoi primi successi, la sua buona stella sembrava essersi offuscata, oggi Giusy Ferreri si presenta al pubblico con una nuova coscienza di sé: come donna e come artista. Sicuri che come una Fenice, possa risorgere ancora ed ancora, noi attendiamo molte altre future hits che avranno il compito di elevare ulteriormente il suo status di artista che, a ben vedere, ha ancora molto da dire.

Tracklist di Hits:

  1. Volevo te
  2. Come un’ora fa
  3. Prometto di sbagliare
  4. Roma-Bangkok (con Baby K)
  5. Non ti scordar mai di me
  6. Novembre
  7. Il mare immenso
  8. Ma il cielo è sempre più blu
  9. La scala (The ladder)
  10. Ti porto a cena con me
  11. Piccoli dettagli
  12. Stai fermo lì
  13. Noi brave ragazze
  14. L’amore e basta (con Tiziano Ferro)
  15. Cuore assente (The la la song)
  16. Aria di vita
  17. Rossi papaveri
  18. Nessuno come te mi sa svegliare
  19. Il mare verticale
  20. Il party.
Print Friendly, PDF & Email
Paride Candelaresi
Paride Candelaresi
Appassionato di musica, cinema, vino e cultura ebraica. Iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza, gestisco la mia attività fra mille interessi: lirica, pop, dance, rock e jazz ma anche equitazione, storia e letteratura. Sono ideatore della manifestazione musicale Maratona Musicale No StoP.
Top