Como, il Festival LacMus 2017: a Villa Carlotta in ascolto della Bellezza

Dal 9 al 16 luglio il nuovo Festival Internazionale di Musica, Arti e Accademia darà l’occasione a giovani artisti e professionisti della musica di incontrarsi e godere della bellezza dell’arte.

Festival LacMus 2017 a Como: a Villa Carlotta in ascolto della Bellezza
Villa Carlotta – Como

Chi frequenta il lago di Como, non può non conoscere Villa Carlotta, gioiello seicentesco di proprietà dell’antica famiglia Clerici: una dimora elegante e sobria che riflette la luce riverberata dal lago, con un ingresso di statue che si accendono come riflessi senza tempo sul bellissimo giardino all’italiana. Laddove splende la bellezza algida dell’arte, oltre le cancellate di ferro su sfondo turchese del lago, si aprono stanze e corridoi simili a portagioie, i soffitti in stile neoclassico che sono scrigni preziosi di statue pure e bianchissime come quelle di Canova e del Thorvaldsen.

In questa bellissima cornice d’arte si svolgerà il LacMus, il nuovo Festival Internazionale di Musica, Arti e Accademia, dal 9 al 16 luglio. I giorni saranno l’occasione per i giovani artisti e professionisti della musica di incontrarsi e godere della bellezza dell’arte. Questo avverrà anche nello scenario di Villa Carlotta perché, a 90 anni dalla fondazione dell’Ente che la valorizza, il messaggio che conta è che l’arte non è mai transitoria, ma dura nel tempo.

Lo sapevano bene artisti e letterati come Goethe, Stendhal e Rossini, assidui frequentatori del lago di Como. Oppure Johannes Brahms, che proprio a Villa Carlotta soggiornò nel lontano 1884. Al suo genio artistico, infatti, sarà dedicato il concerto del 13 luglio presso il giardino della Villa, ore 21. Tra i rododendri e le azalee in fiore, risuoneranno le note del suo Quintetto per pianoforte e archi per tutto il giardino terrazzato fino a perdersi nello specchio increspato del lago.

Festival LacMus 2017 a Como: a Villa Carlotta in ascolto della Bellezza 1
Giardino terrazzato e vista sul lago di Como

È questa la poesia che vogliono trasmettere gli organizzatori del LacMus, Louis Lortie e Paolo Bressan. Canadese di nascita, Lortie, oggi Master della Cappella Musicale Regina Elisabetta del Belgio, ha una carriera musicale lunghissima; cittadino del mondo, come lui stesso ama definirsi, s’è innamorato dell’Italia e di Como dopo svariati concerti nella Penisola. Da qui, il sogno di creare un festival in questa bella cornice. Il progetto è stato subito accolto da Paolo Bressan, allievo di Lortie, italiano e musicista di fama internazionale. Grazie alla loro tenacia, il LacMus ha preso forma e luogo divenendo un progetto ambizioso e ineguagliabile. Villa Carlotta sarà la cornice superba di quest’evento.
Perché, se v’è una remota possibilità di unire la terra e l’acqua alla vastità del cielo, questo miracolo può farlo solo la musica: a Villa Carlotta il 13 luglio chi può si prepari a esserne spettatore.

Nella bella cornice di Villa Carlotta sarà, inoltre, possibile visitare la mostra “suoni perduti”, una collezione di antichi strumenti musicali di proprietà della Contessa Fernanda Giulini.

Per info e orari, visitare il sito www.villacarlotta.it 

© Articolo di Marco Grieco

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Redazione
Redazione

La Redazione di Musica361 è composta da giornalisti, scrittori, copywriter ed esperti di comunicazione tutti con il comune denominatore della professionalità, dell’entusiasmo e della passione per la musica.

Top