Quattro canzoni per l’estate. Da cantare

L’estate è la stagione più spensierata di tutte. Anche se la maggior parte l’abbiamo già alle spalle, giochiamo a cantare qualche brano che profuma di salsedine e mare – no, niente tormentoni 2017

Ecco 4 canzoni per l'estate del passato da
L’estate addosso – Jovanotti

 

Voglia di cantare? Lasciando da parte i tormentoni di stagione (li sapete tutti, vero?), facciamo qualche passo indietro nel tempo e divertiamoci in una sorta di piccolo karaoke da spiaggia, lucidando le ugole con quattro brani che parlano di estate, nel testo o addirittura fin dal titolo.

In un’ideale galleria di canzoni per l’estate, esplicitamente dedicate all’estate, da cantare senza pensieri, un posto speciale lo occupano “Un’estate al mare” e “Alghero”, di Giuni Russo: una voce strepitosa mancata troppo presto, e poco spesso ricordata.

A noi piace cantare di “corse sfrenate/su moto cromate/di sera l’estate”, come fa Giuni proprio in “Alghero”.

Certamente in tempi più recenti – la canzone è dell’anno scorso, fa parte dell’album “Love, life, peace” – la bella stagione ci viene raccontata da Raphael Gualazzi con “L’estate di John Wayne”.

Raphael ci ricorda che potremmo anche avere John Travolta lì per ballare, e che potremmo (o dovremmo) cantare e gridare, come dice la canzone.

“L’estate addosso” di Jovanotti ci riporta al 2015. Voglia di divertirsi e di tuffarsi nel mare, “prima che il tempo si porti via tutto e che settembre ci porti una strana felicità”.

Felicità, va bene anche se è strana, perché no?

Intanto, accompagnati da tante altre “canzoni per l’estate”, pian piano scivoliamo verso l’autunno con l’immancabile amarcord anni ’80 di “L’estate sta finendo”, uno dei successi più grandi dei Righeira.

Sul finire di agosto “è tempo che i gabbiani arrivino in città”, e che una nuova stagione si apra di fronte a noi.

Print Friendly, PDF & Email
Francesca Binfaré
Francesca Binfaré
Giornalista, si occupa di musica, spettacolo e viaggi; parallelamente svolge attività di ufficio stampa. Autrice e conduttrice radiofonica dal 1989. Ha vissuto qualche tempo a Dublino, ma non ha mai suonato al campanello di Bono. Ha visto i "duri" Metallica bere un the e Slash senza l’immancabile cilindro. Affezionata frequentatrice del Festival di Sanremo e dei meandri del Teatro Ariston.
Top