Delirio Experience: tornano i Meganoidi

Dopo sei anni il nuovo album

Dopo sei anni di silenzio, tornano i Meganoidi con il nuovo album “Delirio Experience”, anticipato dal singolo “Accade di là”. Il nuovo album della band ligure traccia un solco indelebile in un percorso musicale fatto di coerenza stilistica e scelte commerciali ben lontane dalle logiche convenzionali del mercato discografico.

Delirio Experience: tornano i Meganoidi
I Meganoidi

Com’è nato Delirio Experience?
E’ nato da una serie di riff e giri armonici che avevo registrato e messo da parte. Successivamente abbiamo iniziato a scrivere testi e ad inserirli eliminando i brani che non ci convincevano e lavorato sugli altri. E’ stato un processo veloce, istintivo e molto fluido. E’ un disco che arriva dopo sei anni dall’ultimo disco; all’interno ci sono questi sei anni di idee, intuizioni, cambiamenti e miglioramenti.

Come sono cambiati gli equilibri della band in questi anni?
Gli equilibri non sono cambiati poiché il cuore centrale dei Meganoidi è pur sempre formato da me, (Davide) e Riccardo (Jacco) Armeni, ma si sono consolidati. I Meganoidi vanno avanti; come tutte le band, abbiamo alti e bassi, litigi, ma quando c’è da suonare siamo tutti d’accordo. Per questo disco credo che il nucleo compositivo formato da me e Davide Di Muzio sia arrivato ad un livello di intesa che mai avrei immaginato.

Perché fare un disco dopo sei anni?
Perché solo nell’ultimo periodo ho personalmente avuto la forza e la voglia di mettermi d’impegno a fare questo lavoro. Ho pensato che fosse giusto costruire una squadra forte e consapevole. Con il live in Cd+DVD abbiamo iniziato la collaborazione con Nicola Sannino, del Tabasco Studio di Sori; nel frattempo Saverio Malaspina è ritornato ufficialmente alla batteria ed è arrivato all’altra chitarra Andrea Torretta. C’era bisogno di trovare un buon equilibrio. Se ci fossimo messi prima al lavoro di questo disco non sarebbe venuto così. Questa esperienza in studio per la realizzazione dell’album, è stata senza ombra di dubbio, una delle esperienze più belle che abbiamo provato in questi venti anni di Meganoidi.

Come vedi la musica oggi, rispetto a vent’anni fa?
Noi Meganoidi siamo stati etichettati come una band che “cambia” sempre, quindi se le cose cambiano, va bene. Non è detto che a volte il cambiamento vada nella direzione che piace a te ma potrebbe anche essere che quel cambiamento sia un momento che darà nuovo slancio alla musica.

Articolo a cura di Angelo Barraco

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Redazione
Redazione
La Redazione di Musica361 è composta da giornalisti, scrittori, copywriter ed esperti di comunicazione tutti con il comune denominatore della professionalità, dell'entusiasmo e della passione per la musica.
Top