Arisa canta per Ferzan Özpetek

“Vasame” è il brano principale della colonna sonora del film “Napoli velata”, interpretato da Arisa.

Arisa canta per Ferzan Özpetek
“Napoli velata”, il nuovo film di Ferzan Özpetek.

Arrivato nelle sale da pochi gioni, il nuovo film di Ferzan Özpetek, “Napoli velata”, è già tra i più visti nei cinema italiani. Interpretato da Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Peppe Barra, Biagio Forestieri, Maria Pia Calzone, Luisa Ranieri, Loredana Cannata, Isabella Ferrari, Lina Sastri, il film ha per protagonista Adriana (Giovanna Mezzogiorno): in una Napoli sospesa tra magia e sensualità, tra ragione e follia, un mistero cala sulla sua vita, travolta da un amore improvviso e da un delitto violento.

La colonna sonora di “Napoli velata”, edita da Fenix Entertainment e Warner Chappel Music Italiana, è stata interamente relizzata dal musicista e compositore Pasquale Catalano.

Il brano principale della colonna sonora è stato affidato alla voce di Arisa, che interpreta in lingua napoletana il brano “Vasame”, intensa canzone di Enzo Gragnaniello.

Arisa è stata molto coinvolta dall’interpretazione di questa canzone: «“Baciami, credimi, o non ti cerco più…”. È stato molto bello cantare questo brano. Viscerale, accorato e graffiante. Adoro l’intensità della lingua napoletana, trovo che sia un codice perfetto, che non lascia spazio a nient’altro, definisce il sentimento senza equivoci e non gira intorno: è concreta, poetica e cruda, ma sempre leale. Sono rapita dai misteri di Napoli, dalla cultura passionale senza tempo di questo popolo e amo da sempre l’arte di Ferzan Özpetek, che ringrazio infinitamente».

Tra l’altro, Arisa è stata recentemente interprete di un’altra canzone inserita in una colonna sonora: si tratta di “Ho cambiato i piani”, per il film di Michela Andreozzi “Nove lune e mezza”.

Le musiche della colonna sonora di “Napoli Velata” sono state pubblicate il 28 dicembre.

Oltre a “Vasame” interpretata da Arisa nella colonna sonora troviamo le musiche di Pasquale Catalano e anche “Senza voce” cantata da Pietra Montecorvino, “Ritmo terra e cuore” di Stany Roggiero & I Bottari della Cantica Popolare, “Sexy rouge” di Pierre Terrasse e “Tanos” di Lino Cannavacciuolo: l’anima intensa di Napoli concentrata in un disco.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbero interessare:

Francesca Binfaré
Francesca Binfaré
Giornalista, si occupa di musica, spettacolo e viaggi; parallelamente svolge attività di ufficio stampa. Autrice e conduttrice radiofonica dal 1989. Ha vissuto qualche tempo a Dublino, ma non ha mai suonato al campanello di Bono. Ha visto i "duri" Metallica bere un the e Slash senza l’immancabile cilindro. Affezionata frequentatrice del Festival di Sanremo e dei meandri del Teatro Ariston.
Top