Alessio Bernabei debutta da solista con l’album Noi siamo infinito

Alessio Bernabei presenta il suo primo album solista, «ho lasciato i Dear Jack perché il mio bene era altrove».

Alessio-Bernabei-solista-Noi-siamo-infinito
Alessio Bernabei presenta il suo primo album da solista (© Foto Julian Hargreaves).

«Ho un po’ di timore. Sto ricominciando da capo e il primo album è sempre il più traumatico», conclude così Alessio Bernabei l’incontro con la stampa di pochi giorni fa a Milano. In bilico sopra un filo, prima di prendere fiato e lanciarsi per costruire, passo a passo, la sua nuova carriera solista. Il primo disco, orfano dei Dear Jack, si intitola “Noi Siamo Infinito” ed è uscito venerdì 8 aprile. Un lavoro nuovo per Bernabei, che ha seguito la nascita dell’album a 360°, curando e scegliendo personalmente ogni singolo particolare.

«Non mi piace comunicare con il cantante attraverso l’interfono mentre si trova nella stanza di fronte a registrare, Alessio ha registrato cantando i brani al mio fianco, così il confronto era diretto. A volte gli tenevo il braccio per sottrarre o amplificare emozioni, è stata una simbiosi. Quando canta non sta fermo così ho applicato per terra alcuni foglietti di carta per fargli capire, nei vari punti dello studio di registrazione, come potesse usare la sua voce», spiega Fausto Cogliati, produttore di Noi siamo infinito.

Alessio e il suo staff tengono a far ascoltare qualche brano tratto dal nuovo lavoro, la curiosità è molta soprattutto per “Obbligo e Verità” e “Fra le Nuvole“, scritti interamente da lui. Si nota come i brani proposti alla stampa si discostino dal singolo presentato a Sanremo, dal titolo omonimo all’album. Le atmosfere si fanno più autentiche, vere, con un sound che rimane pop. Ci si chiede allora se la partecipazione al Festival con Noi siamo infinito non si potesse calibrare meglio. Una presentazione al pubblico, per la prima volta in veste solista, con un brano dalle sonorità già sentite, portate al successo da Ariana Grande, che ha messo in ombra la rinascita, e le potenzialità, di Bernabei.

Molto più convincenti sono invece gli altri brani, come “Fra le Nuvole”, in gran parte autobiografico. Un amore effimero esploso tra le stanze d’albergo. «L’ho scritto in onore di una persona che ho amato e che ho frequentato per più di un anno solo all’interno di stanze di hotel. Quando fai questa vita vivi molto più nelle stanze d’albergo che a casa», spiega Bernabei.

Il cantante, in attesa del tour che inizierà tra qualche mese, si scalda incontrando i suoi fan a Milano – Alcatraz 19.04 e Roma – Orion Club 21.04. In concerto non mancheranno alcuni brani scritti insieme ai Dear Jack, come “Domani è un altro film” o “La pioggia è uno stato d’animo” e numerosi ospiti. Benji e Fede, Mattia Briga, Zero Assoluto e Fred de Palma sono i primi annunciati.

Buona fortuna, Alessio!

Matilde Ferrero
Matilde Ferrero
Vent'anni e un corso di studi a Milano. Soffro di Londonite da quando ho passato tre mesi nella capitale britannica e poi ho dovuto lasciarla. Una volta ho incontrato Paul McCartney, ma non l’ho riconosciuto.
Top